Scie di condensazione lasciate da un quadrigetto

FAQ - Domande frequenti sulle scie di condensazione

Prima d'iniziare ...

Hai consultato le pagine di questo sito dedicate alla SCIENZA ed alla STORIA delle scie di condensazione? Se in questa pagina non trovi elencata la domanda, ti invitiamo a visitare i link suddetti; in quelle pagine sono disponibili varie risposte ed altre interessanti informazioni sulle contrails.

D: Dove si forma una scia di condensazione?

R: Le scie di condensazione sono nubi indotte dall'uomo che si formano solo a quote molto alte (di solito sopra gli 8 km - circa 26.000 piedi [ft]), dove l'aria è estremamente fredda (meno di -40 ° C). Per questo motivo le scie di condensazione non si formano quando un aereo è in fase di decollo o di atterraggio, ma solo quando vola ad un'altitudine di crociera. Per tale ragione, le persone che vivono sotto le principali rotte percorse dal traffico aereo, e NON quelle che vivono vicino a grandi aeroporti, sono quelle che vedranno la maggior parte delle contrails (tuttavia è anche vero che alcuni dei principali aeroporti si trovano sotto ad importanti rotte del traffico aereo, e questo può causare confusione). È possibile utilizzare il grafico di Appleman per prevedere la formazione di una scia di condensazione nella vostra zona. Ovviamente, una scia di condensazione non si potrà formare se non ci sarà un aereo che passerà per generarla.

D: Perché ci sono più scie di condensazione di breve durata rispetto a quelle persistenti?

R: Per una particolare posizione geografica può sembrare che vi siano più di scie di un certo tipo rispetto ad un'altro. In realtà, il tipo e il numero delle scie sembra dipendere dalla quantità di umidità e dalla temperatura dell'atmosfera dove l'aereo vola. Se la zona è abbastanza asciutta, allora si osserveranno un maggior numero di scie di condensazione di breve durata. Se invece c'è più di umidità, come ad esempio lungo la costa orientale degli Stati Uniti, allora si osserveranno più contrails persistenti. Per prendere visione delle osservazioni provenienti da altre zone è possibile visitare il sito web GLOBE ed accedere ai dati.

D: Che cosa provoca il moto rotatorio in una scia di condensazione?

R: Il moto rototario in una scia di condensazione è causato dal vortice prodotto dall'estremità alare del velivolo. Tale vortice è formato dall'aria proveniente da sotto la punta dell'ala che si sposta verso la sommità della stessa. Lo spostamento dell'aria è provocato dalla differenza di pressione causata dalla forma curva del profilo alare. Il meccanismo di avere meno pressione sulla parte superiore dell'ala e maggiore pressione su quella inferiore è quello che genera la "portanza" che sostiene l'aeromobile.

vortici alari Immagine inserita dall'autore della traduzione wingtip vortices

esempio di vortice sull'estremit alare

Questa foto della NASA mostra, usando del fumo per evidenziarne l'andamento,
il vortice generato dalle estremità alari che si propaga nella scia dell'aereo.

D: Perché possiamo vedere le contrails solo in alcuni giorni?

R: Affinché si produca una scia di condensazione è necessario che ci sia abbastanza umidità nei livelli alti dell'atmosfera in modo che i cristalli di ghiaccio possano formarsi sui nuclei dei gas di scarico dell'aereo. Se l'atmosfera in quota è molto secca le contrails non si formano facilmente, oppure saranno di breve durata.

D: Le contrails incidono drasticamente sui modelli meteorologici?

R: All'inizio gli scienziati ritennero che le scie di condensazione si comportavano come i cirri e che contribuivano a rendere il clima più caldo. Tuttavia, vi sono stati degli studi che hanno portato gli scienziati a rivedere le loro loro idee originali sulle contrails. Questo è uno dei principali aspetti che deve essere studiato alla NASA e anche uno dei motivi che la spinge a mettere così tanta enfasi sulle contrails. Quando il traffico aereo negli Stati Uniti fu bloccato dopo l'incidente dell'11 settembre, gli scienziati ebbero una rara opportunità di osservare il cielo con solo pochi aerei militari in volo e furono in grado di analizzare gli effetti di alcune di queste contrails; realizzarono così che le loro precedenti conoscenze circa gli effetti delle scie di condensazione non erano del tutto accurate.

D: È mai stata osservata pioggia da contrails?

R: In genere, le nuvole di pioggia sono quelle che si trovano a bassa quota e che sono costituite da molecole d'acqua. Queste molecole d'acqua possono unirsi per formare delle gocce (liquide) che eventualmente cadono a terra come pioggia. Dal momento che le scie di condensazione sono nubi d'alta quota, l'umidità al loro interno da luogo a dei cristalli di ghiaccio che non si uniscono per dare luogo ad una qualsiasi forma di precipitazione (pioggia).

D: Perché le scie di condensazione sono bianche? Le contrails si formano dai gas di scarico di un aereo e chiunque pensa ai gas di scarico come qualcosa di nero e sporco.

R: Quasi tutte le goccioline delle nubi (ed i fiocchi di neve) hanno una particella molto piccola come nucleo (aerosol). Tale particella che costituisce il nucleo è MOLTO più piccola della particella della nube/ghiaccio/neve. Quando la luce passa attraverso il cristallo viene riflessa o piegata (rifratta) dalla nube o dalle particelle di ghiaccio, facendole così apparire di colore bianco all'osservatore. Pertanto, ciò che fa apparire la scia di condensazione bianca è l'acqua (congelata in cristalli), piuttosto che le particelle dei gas di scarico. È da notare che a volte gli effetti ottici prodotti da questi cristalli possono dare luogo anche a dei colori, un po' come avviene per l'arcobaleno nelle gocce d'acqua; voi però sarete in grado di vederli soltanto quando si verifica una particolare geometria d'allineamento tra Sole,cristallo e vostra posizione di osservazione.

D: Perché si può osservare un aereo a getto alto nel cielo che non genera una scia di condensazione?

R: Affinché si formi una scia di condensazione ci deve essere abbastanza umidità nell'aria e la temperatura deve essere sufficientemente bassa da formare cristalli di ghiaccio all'altitudine alla quale l'aereo vola. Se la temperatura è troppo calda, o l'aria è troppo secca, le scie non si formano.

D: C'è una scia di condensazione persistente nel cielo e la parte centrale della scia di condensazione è scomparsa. La scomparsa di parte della scia è stata causata dal vento o dalla temperatura dell'aria?

R: Quando una scia scompare (dissolve/evapora) in parte o completamente, significa che non c'è abbastanza umidità per mantenere la formazione dei cristalli di ghiaccio. È possibile che i venti spostino delle masse d'aria asciutta nella zona della scia di condensazione, provocandone così l'evaporazione di una parte.

D: Perché molte scie di condensazione persistenti sono così strette, quasi come il segno di una matita?

R: Il tipo di scia di condensazione descritta nella domanda è quello persistente e, in particolare, di quelle che non si propagano. Affinché una scia di condensazione persistente si diffonda, ci deve essere abbastanza umidità aggiuntiva nell'aria in modo che possano formarsi ulteriori cristalli di ghiaccio. Se l'umidità disponibile è limitata, una scia di condensazione persistente si può formare, ma non si svilupperà (propagherà/diffonderà).

D: In quali strati dell'atmosfera possiamo normalmente vedere le contrails?

R: Le scie di condensazione si formano nella parte superiore della troposfera ed in quella bassa della stratosfera dove normalmente volano gli aviogetti, in genere tra circa gli 8 e i 12 km di altitudine (da ~ 26.000 a 39.000 piedi).

D: È possibile osservare le scie di condensazione ed avere un'idea sui cambiamenti del tempo?

R: Se una scia di condensazione è persistente, o persistente in propagazione, significa che l'atmosfera contiene grandi quantità di umidità. Se una scia di condensazione è di breve durata, l'atmosfera è relativamente secca. Questo metodo è stato utilizzato dai marinai e può essere utilizzato anche oggi per prevedere in qualche modo il tempo. Scie di condensazione di breve durata stanno ad indicare indicare bel tempo, mentre contrails persistenti possono indicare un cambiamento imminente del tempo o precipitazioni. Le indicazioni per le previsioni del tempo che danno le scie sono in qualche modo analoghe a quelle dei cirri naturali.

D: C'erano due aerei in cielo. Uno volava in direzione nord/sud e lasciava una scia di condensazione persistente; l'altro invece si dirigeva est /ovest e non la lasciava. Perché un aereo lascia una scia di condensazione e l'altro no?

R: I due aerei molto probabilmente volavano ad altitudini diverse, così il volo che seguiva la rotta nord-sud attraversava uno strato d'aria più umida, oppure con una temperatura inferiore, rispetto a quello che seguiva un percorso di volo est-ovest. La quantità di umidità nell'atmosfera può cambiare notevolmente in una breve distanza verticale; essa dipende in gran parte dall'origine di quella particolare massa d'aria. Inoltre anche le variazioni d'efficienza dei motori degli aerei possono influenzare la capacità di un aeromobile di lasciare o meno una scia di condensazione.

Ultimo Aggiornamento: 15 Maggio, 2008