Vacanza in Sila

A metà settembre le sezioni Calabria e Sicilia del CCMotorday, motoclub a cui sono iscritto, hanno organizzato un raduno nel cuore della Sila, e precisamente al Villaggio Palumbo, noto centro turistico invernale che si affaccia sul lago Ampollino ubicato alle pendici del monte Gariglione, confinante con il Parco Nazionale della Calabria.

Non era mai stato in Sila, e così ho approfittato dell'evento per passare un weekend nella zona che è veramente molto bella con paesaggi tipicamente "svizzeri".

Sono partito il sabato mattina ed ho percorso l'autostrada fino a poco dopo Lagonegro per poi addentrarmi nel Parco del Pollino su strade secondarie attraversando Mormanno da dove ho proseguito verso Scalea, quindi litoranea fino a Paola e poi un'ottima superstrada verso Rende, San Giovanni in Fiore e Trepidò che si trova a pochi chilometri dal Villaggio Palumbo.

L'attraversamento del Parco del Pollino non mi ha entusiasmato a causa delle strade in pessime condizioni ed una natura devastata da numerosi incendi; sicuramente devo aver percorso la zona meno bella, perchè ho letto molti commenti positivi su quest'area verde protetta. Bello invece il lungomare e molto suggestivi i paesaggi che si possono ammirare addentrandosi in Sila.

Al Villaggio Palumbo ho pernottato all'Hotel la Baita, ottima struttura ricettiva poco distante dell'hotel "Il Brigante" "sede" del raduno ho dove ho consumato due pasti (la cena del sabato ed il pranzo della domenica) a base di prelibatezze locali semplicemente strepitosi, ottimi … ed anche eccessivamente abbondanti!

La cena del sabato si è conclusa molto tardi allietata da musica e movimentata da alcune esibizioni "canore" di vari partecipanti. La mattina di domenica c'è stato un bel giro turistico che ci ha portato a visitare il lago Arvo dove abbiamo fatto una sosta per l'aperitivo (alla faccia dell'aperitivo …. era un pasto completo!!!) per poi far ritorno all'Hotel "Il Brigante" per il pranzo. 

Dopo le premiazioni ed i ringraziamenti di rito verso le 17.00 c'è stato il "rompete le righe" con i saluti; vista la notevole distanza che dovevo percorrere (sono stato il motociclista proveniente da più lontano) avevo deciso in anticipo di partire il lunedì mattina e così ho fatto.

La mattina dopo con calma ho fatto colazione, ho caricato la moto e poi ho iniziato il viaggio di ritorno percorrendo sempre strade secondarie fino a dopo Cosenza da dove ho ripreso l'autostrada per Roma.

Tutte le foto sono disponibili su Flickr, anche per il download  😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *