Versione per cellulari

Brag's Blog

Uno spazio web dove raccolgo le esperienze quotidiane

Gita alle Grotte di Pastena

A causa della brutta esperienza che ho avuto a Sora (FR) racconto purtroppo con ritardo una bella gita fatta con la mia Mukka sempre in Ciociaria, alle bellissime Grotte di Pastena.

Non avevo mai visitato delle grotte e così, approfittando di una giornata serena, domenica 21 febbraio ho tirato fuori dalla stalla Milka per fare una passeggiata in una terra a me molto cara.
Per raggiungere la zona ho evitato l'autostrada proprio per godermi i paesaggi procedendo a velocità "turistica", e così ho percorso la famosa "Fettuccia di Terracina" per poi proseguire verso Fondi, e poi Pastena.

Le grotte si trovano poco fuori il paese e sono facilmente raggiungibili seguendo le indicazioni presenti. Sono arrivato verso le 12.30 – insieme ad un gruppone di motociclisti provenienti da Salerno – e così ho pensato di telefonare ad un mio caro amico che vive in un paese vicino per vedere se mi era possibile "scroccare" un pranzo. L'ho trovato, e visto che stava per iniziare la visita guidata alle grotte, ci siamo accordati per un incontro verso le 13,30; sarebbe venuto lui per poi andare a pranzo insieme da qualche parte.

La visita alle grotte è durata oltre un'ora ed è stata veramente interessante; è bellissimo scoprire quello che la natura riesce a creare con il tempo: stalattiti, stalagmiti ed altri depositi dalle forme veramente strane ed affascinanti; insomma un vero e proprio spettacolo naturale di cui potete vedere alcune immagini nell'album fotografico.

Inizio ca$$eggio

Versione 1
 
Terminata la gita ho raggiunto il piazzale del parcheggio dove ho trovato ad attendermi il mio amico che era appena arrivato con la sua piccola e vecchia utilitaria. 
 
Dopo i saluti abbiamo deciso di andare a pranzo con la sua modesta auto in modo da poter scambiare quattro chiacchere nei 15 km che avremmo dovuto percorrere. È sempre piacevole parlare con gli amici e così, mentre il vecchio macinino arrancava lentamente e faticosamente per le salite ciociare ho potuto ammirare lo stupendo paesaggio.
 
Siamo arrivati in una piccola, modesta e sperduta trattoria dove pochi avventori stavano consumando un misero pasto. Ci siamo seduti ed il cameriere ci ha indicato i pochi piatti disponibili: antipasto, dei primi e qualcosa di secondo. Abbiamo ordinato del pane, acqua ed un piattino di cacio con salumi e pesce secco: giusto qualcosa per placare i morsi della fame!
 
Il povero e stanco cameriere ci ha servito quasi subito le misere pietanze che abbiamo consumato velocemente, e poi ce ne siamo andati dopo aver preso un pessimo caffè. Confesso che mi sono trovato in difficoltà perché il mio amico ha per forza voluto pagare il conto … e ti credo, bello sforzo, mi sono detto, solo un antipasto in una trattoria da due soldi!!!
 
Mi ha riaccompagnato con la sua utilitaria che al ritorno ha anche iniziato a bollire surriscaldata; inoltre ci siamo dovuti fermare per mettere 5 € di benzina, ma poi finalmente ho rivisto la mia moto ed ho pensato: sono salvo, la mia Mukka mi riporterà a casa!
 
Versione 2
 
Terminata la gita ho raggiunto il piazzale del parcheggio dove ho trovato il mio amico che era appena arrivato con una fiammante Porsche Carrera 4, 3700 di cilindrata con oltre 300 CV: praticamente una bestia!
 
Dopo i saluti abbiamo deciso di andare a pranzo con la sua auto in modo da provare le favolose prestazioni della macchina nei 15 km di curve che avremmo dovuto percorrere. È sempre piacevole chiaccherare con gli amici ma, mentre il motore scaricava urlando rabbiosamente a terra tutta la sua potenza bruciando letteralmente le salite ciociare, non è stato possibile in quanto ero schiacciato dalla forza di gravità sui sedili; e così non ho neanche potuto ammirare il paesaggio.
 
In pochi minuti siamo arrivati in un raffinato ristorante dove molti clienti stavano consumando pasti pantacruelici. Ci siamo seduti ed il cameriere ci ha indicato le tante pietanze disponibili: antipasti, vari tipi di primo ed una scelta enorme di secondi. Il mio amico mi ha avvisato e consigliato: "iniziamo con un antipastino e poi si vedrà!"
 
Ed infatti sono arrivate una ventina di portate diverse: dai salumi ai formaggi, funghi, verdure ai ferri, fritti di pesce, calamari, gamberi e molte altre leccornie che neanche ricordo; tutte ottime ed abbondanti.
Siamo riusciti a malapena a consumare 2/3 del cibo solo perché lo abbiamo annaffiato con un'ottima Falanghina … non c'è stato neanche lo spazio per il dolce, solo un ottimo caffé espresso. 
 
Nonostante le mie proteste ha voluto pagare lui … per fortuna, chissa che mazzata avrà preso vista la qualità, l'abbondanza del cibo ed il tipo di servizio!
 
Si stava facendo tardi e così siamo rientrati velocemente dando un'altra "tiratina" al Porsche Carrera che, grazie alle sue 4 ruote motrici, ha una tenuta in curva spettacolare. Certo consuma un po', ma le prestazioni sono veramente superlative!
 
Arrivati sul piazzale delle Grotte di Pastena ci siamo salutati; ho così ripreso la mia BMW K1100LT del 1992 e mi sono riavviato tranquillamente verso casa pensando: quei funghi erano veramente buoni …. chi sa quale era il loro nome.
Solo dopo ho scoperto che erano del genere … Psilocybe!
 

Fine ca$$eggio

Tags: , , , ,

Questa pagina ti è piaciuta?
NoPocoAbbastanzaSiMolto (Voti: 1 - Media: 3,00 su 5)
Loading ... Loading ...


RSS 2.0 | Trackback | Commenta | Post<li>
Contenuti Correlati

Un commento a “Gita alle Grotte di Pastena”


  1. 1
    Massy ha scritto:

    Tsk: “cardinali” si chiamano :D

Lascia un commento