Visita a Norcia e Cascia

Con gli amici del Silver Wing Club italia Top Rider organizziamo spesso delle gite in scooter (almeno una volta al mese), generalmente nei weekend oppure di domenica.

Per il 3 maggio era stata programmata una gita a Norcia (PG) con pranzo al sacco nella zona di Castelluccio, frazione di Norcia ubicata nello stupendo Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Come sempre, noi del gruppo romano, ci siamo dati appuntamento in un'area di servizio poco fuori il Grande Raccordo Anulare per poi proseguire in "colonna" verso la destinazione.

Purtroppo il tempo, nonostante il periodo primaverile, non è stato clemente: ci ha risparmiato la pioggia, ma ci ha regalato vento gelido con temperature decisamente inferiori alla media.

A causa del clima siamo stati costretti a riprogrammare il percorso della gita e così, invece di percorrere la Via Salaria verso Rieti, Posta e Savelli, abbiamo preferito proseguire per Orte, Terni e poi la famosa SS209 (la strada della Valnerina) verso Norcia. La strada della Valnerina è nota ai motociclisti che la percorrono per provare i loro mezzi nelle numerose curve, ma anche per ammirare gli stupendi panorami.

Il Silver Wing è uno scooter che anche nei percorsi misti si fa apprezzare: l'ottima manegevolezza, la progressività del motore, dei freni e della trasmissione unite ad una buona riserva di potenza permettono di percorrere strade ricche di curve e tornanti ad andatura elevata senza incertezze.

Nonostante l'abbigliamento "invernale" siamo arrivati a Norcia un po' infreddoliti e ci siamo riscaldati bevendo un buon caffè caldo. Dopo aver visitato il centro della città abbiamo deciso di pranzare in un ristorante visto che grandi nuvoloni neri e la temperatura "rigida" sconsigliavano il "pranzo al sacco" nella zona di Castelluccio.

Una delle storiche porte d'ingresso a Norcia

Una delle storiche porte d'ingresso a Norcia

La piazza centrale di Norcia

La piazza centrale di Norcia

La scelta è caduta sul ristorante "Granaro del Monte" che fa parte del gruppo "Bianconi Ospitalità" e che, con i suoi oltre 150 anni di storia, è il più antico dell'Umbria. Per 19,90€ abbiamo gustato il "menù di Anna" a prezzo fisso che comprende:

  • Cannelloni con ricotta e spinaci
  • Tagliatelle alla norcina
  • Agnello arrosto, salsicce alla brace, vitello al Sagrantino
  • Patate al forno
  • Dolce del Granaro
  • Acqua e vino rosso della casa
     
  • Caffè (non incluso)
  • Ammazza caffè (gentilmente offerto)

Dopo la sosta al ristorante e l'acquisto di alcuni prodotti tipici locali abbiamo ripreso i nostri Silver Wing per dirigerci verso Cascia con la sua Basilica di Santa Rita.

Una tipica norcineria umbra

Una tipica norcineria umbra

Abbiamo visitato il Santuario, scattata qualche foto ricordo e poi ci siamo riavviati con calma in direzione di Roma percorrendo sempre la strada della Valnerina. Abbiamo incontrato molto traffico con lunghe file sia sulla E45 verso il casello autostradale di Orte, che sull'autostrada verso Roma, ma per fortuna con lo scooter è facile evitarle.

La Basilica di Santa Rita da Cascia

La Basilica di Santa Rita da Cascia

Che dire, un'altra giornata passata tranquillamente ed allegramente in sella al Silver Wing ed in compagnia di amici simpatici che hanno la stessa passione per il "plasticone" della Honda e le gite all'aria aperta.

 

Un commento su "Visita a Norcia e Cascia."

  1. ho letto con piacere i tuoi scritti e ….con fatica non avendo gli occhiali comunque condivido …tutto apprezza il mio primo approccio a questo aggeggio chiamato computer ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *