Scie di condensazione

Scie di condensazioneAvete un’idea sul perché gli aerei lasciano delle scie di condensazione?
Quelle scie possono essere pericolose?
Che effetti possono avere sul clima?
Perché alcune volte scompaiono subito mentre in altri giorni sono persistenti?

In Internet le informazioni sulle scie di condensazione ci sono (anche se molte sono in inglese), ma è un po’ difficile trovarle perché i risultati dei vari motori di ricerca (Google, Yahoo e simili) restituiscono centinaia di migliaia di pagine che parlano sia di contrails (termine inglese per le scie di condensazione; contrazione di condensation trails) che di chemtrails (altra parola inglese per indicare le scie chimiche, abbrevazione di chemical trails).

Per rendere disponibili un po’ di notizie in italiano su questo argomento ho realizzato il sito Scie di Condensazione traducendo i contenuti di Contrail Education della NASA che, essendo dedicato agli allievi delle scuole primarie e secondarie, spiega i processi di formazione delle scie in modo molto semplice.
Nel creare la versione italiana ho cercato di attenermi il più possibile ai testi originali (facendo quasi una traduzione letterale) e spero di non aver commesso troppi errori.

La struttura del sito in italiano rispecchia quella originale, in fondo a ciascuna pagina c’è un link al testo in inglese ed alcuni chiarimenti che ho aggiunto (non presenti nel sito delle NASA) sono ben evidenziati graficamente. Nella pagina "Note del traduttore" ho inserito alcune mie considerazioni tecniche frutto di ricerche ed esperienze personali.

Ringrazio sin d’ora chi vorrà segnalarmi errori, imprecisioni e/o argomenti da approfondire; se qualcuno desidera partecipare allo sviluppo del progetto divulgativo no-profit è pregato di contattarmi.

I risultati del sondaggio sulle scie chimiche

Un commento su "Scie di condensazione."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *