Patate in umido

Le patate in umido sono un piatto molto diffuso in Italia. In ogni regione c’è una ricetta tipica che differisce dalle altre sia per gli ingredienti e gli aromi utilizzati, sia per il metodo di cottura delle patate. Di seguito riportiamo le istruzioni per preparare le patate in umido in tre modi diversi tipici di: Emilia-Romagna, Lombardia e Sardegna.

Nelle seguenti ricette viene consigliato di mettere a bagno le patate in acqua fredda; tale operazione serve per eliminare parte degli amidi presenti.

Patate in umido dell’Emilia-Romagna

Ingredienti (per 6 persone):

  1. 800 gr di patate
  2. 150 gr di pancetta stesa
  3. 2 spicchi d’aglio
  4. 3 rametti di rosmarino
  5. 25 gr di burro
  6. 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  7. ½ litro di passata di pomodoro
  8. acqua o brodo q.b.
  9. sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Pelate le patate e tagliatele a pezzi non troppo grandi e mettetele a bagno in un recipiente con dell’acqua.
  2. Tagliate la pancetta a pezzettini e tritate l’aglio.
  3. In un tegame, possibilmente di coccio, soffriggete nel burro ingentilito con l’olio il trito di pancetta, l’aglio e il rosmarino fino a farli dorare.
  4. Unite i pezzi di patate, salate e pepate e versate la passata di pomodoro; cuocete con coperchio a fuoco molto basso aggiungendo, se necessario, acqua o brodo. Rimescolate di tanto in tanto finché le patate non saranno cotte ed il sugo si sarà ritirato.
  5. Servitele ben calde.

Patate in umido della Lombardia

Ingredienti (per 6 persone):

  • 1 kg di patate
  • 1 cipolla
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 80 gr di pancetta
  • 1 mestolo di salsa di pomodoro
  • sale e pepe

Preparazione:

  1. Pelate le patate e tagliatele a tocchetti; mettetele a bagno in acqua.
  2. Affettate la cipolla e tritate grossolanamente la pancetta.
  3. In una casseruola con l’olio fate soffriggere la cipolla e la pancetta, quindi unite le patate a fatele insaporire mescolandole più volte.
  4. Aggiungete la passata di pomodoro, regolate di sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco molto basso e con coperchio. Se necessario, aggiungete dell’acqua. Servitele calde.

È possibile aromatizzarle con rosmarino o aglio tritato. La pancetta può essere sostituita con prosciutto o salsiccia sminuzzata.

Patate in umido della Sardegna

Ingredienti (per 6 persone):

  • 800 gr di patate
  • 400 gr di pomodori pelati
  • 1 cipolla
  • 1 rametto di rosmarino
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Pelate le patate, tagliatele a tocchetti e mettetele a bagno in acqua fredda.
  2. tritate la cipolla ed il rosmarino
  3. In un tegame con l’olio fate soffriggere il trito di cipolla e rosmarino; quando rosolato unite la polpa dei pomodori pelati spezzettata grossolanamente, aggiungete un po’ d’acqua, regolate di sale e pepe e fate sobbollire per qualche minuto.
  4. Unite le patate a tocchetti, mescolate e lasciate cuocere a fuoco basso e con coperchio per una ventina di minuti. Se la vivanda si asciuga troppo aggiungete acqua (o brodo). Servite le patate in umido "fumanti".

Un commento su "Patate in umido."

  1. Come per i tessuti, anche in cucina il verbo ritirare viene utilizzato al posto di restringere. Onestamente non so se sia corretto o no, ma l’uso è molto diffuso tanto che Google restituisce 83.300 risultati per “ritirare sugo” contro 43.900 per “restringere sugo” e solo 42.100 per “ridurre sugo”.

    Ma . . . l’importante è che le ricette siano valide 😉 🙂

  2. Quando si vuole ridurre il sugo in una vivanda in ITALIANO si dice ” ristretto ” e non
    “ritirato” !! Comunque la ricetta e’ ottima !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *