Versione per cellulari

Brag's Blog

Uno spazio web dove raccolgo le esperienze quotidiane

La crisi economica che non c’è

Sono stati sprecati fiumi d’inchiostro per descrivere un crisi economica inesistente; ormai è chiaro quello che è successo: pochi incoscienti catastrofisti hanno diffuso il panico annunciando un lungo periodo d’emergenza con licenziamenti, largo impiego  della cassa integrazione e riduzione dei consumi a seguito di una recessione che MAI ci sarà.

Ma quale crisi delle banche e problemi industriali; tutte balle!

Basta seguire i tanti notiziari TV e leggere i vari quotidiani per accorgersi che tutto procede per il meglio e che alcuni settori del commercio sono addirittura in forte crescita. Numerosi programmi televisivi ci mostrano da giorni folle di persone impegnate nelle spese natalizie, le statistiche ci dicono che gli italiani stanno acquistando in massa nuovi prodotti tecnologici di ultima generazione (soprattutto telefonini e televisori digitali) come mai era accaduto in passato, e se l’industria automobilistica sta incontrando una lievissima flessione nelle vendite è solo perché i numerosi potenziali acquirenti sono in attesa dei nuovi modelli che verranno presentati nella primavera prossima.

Ormai è assodato: se mai si verificherà una lievissima e temporanea crisi economica la colpa sarà da attibuire unicamente ai cittadini consumatori che, attenagliati da paure infondate, pensano di ridurre ingiustificatamente i loro abituali ed elevati consumi che la società italiana gli ha sempre assicurato.

Ad esempio, ci sono quasi 4 milioni d’impiegati statali a cui è stato rinnovato il contratto e che hanno già ricevuto un congruo bonus, eppure sembra che questi ingrati ed incoscienti cittadini siano orientati al risparmio sottraendo così denaro a quel circolo virtuoso che sostiene l’economia, e cioè la spesa.

Io mi chiedo, com’è possibile agire da formiche in questo periodo, com’è pensabile comportarsi in un modo così sconsiderato e meschino: il petrolio è ai minimi storici, il cambio Euro – Dollaro è particolarmente vantaggioso, i tassi d’interesse sono praticamente a zero, eppure c’è gentagia (i soliti ignobili disfattisti che remano per affossare l’economia) che pensa d’immobilizzare il denaro invece di spenderlo.

Come spiegava un noto scrittore in un famoso spot pubblicitario l’ottimismo è il profumo della vita; quindi acquistate beni superflui, fatevi una bella vacanza, comperatevi una bella auto nuova fiammante e trascorrete tutti i weekend in giro per il Bel Paese assaporando tartufo ed altre prelibatezze che in questo periodo sono veramente a buon prezzo.

Ringraziando Iddio, oggi ci sono molti mezzi di comunicazioni per cui le informazioni circolano liberamente, altrimenti si sarebbe potuta innescare una profonda crisi economica capace di provocare una depressione peggiore di quella del ’29.
Invece, grazie ad una sana informazione svolta dai mass media, il pericolo è stato sventato e l’ondata d’ottimismo che sta attraversando tutto il paese sta producendo i suoi benefici effetti sostenendo l’industria ed il commercio, e quindi anche il tenore di vita degli italiani.

Quindi state tranquilli, non preoccupatevi, gioite, spendete e passate le prossime feste in allegria all’insegna del buonumore e dell’ottimismo.

Buon Natale a tutti.

Tags: ,

Questa pagina ti è piaciuta?
NoPocoAbbastanzaSiMolto (Voti: 21 - Media: 3,57 su 5)
Loading ... Loading ...


RSS 2.0 | Trackback | Commenta | Post<li>
Contenuti Correlati

33 Commenti a “La crisi economica che non c’è”

Pagine: [2] 1 » Mostra tutto


  1. 33
    brag ha scritto:

    @ Criptiano

    Il post l’ho scritto oltre un anno fa: era, e rimane, la trascrizione di affermazioni fatte allora (ma che vengono ripetute ancora oggi) dal Governo Berlusconi.

    Ti basterà leggere con attenzione anche i commenti per capire che con il mio scritto intendevo denunciare la violenta disinformazione che di fatto ha compromesso le basi democratiche dell’Italia.

    Con tristezza devo farti notare che è la stragrande maggioranza del popolo italiano che ha voluto, ed ancora vuole, una situazione come quella attuale: che piaccia o no la democrazia è così!

    Mi dispiace contraddirti, ma il malessere non è molto diffuso altrimenti il Governo non avrebbe un così alto gradimento: la maggioranza degli italiani, come ho già scritto, sono fascisti e razzisti (ved. http://bragwebdesign.com/riflessioni/italiani-fascisti-e-razzisti/ ), amano i regimi totalitari ed adorano i dittatori … ed hanno anche poca memoria :-(


  2. 32
    Criptiano ha scritto:

    Caro amico, suppongo che questa sia una provocazione, perchè se così non fosse, vorrei tanto sapere in quale isola felice abiti, in quale stato mentale ti astrai.
    Comprare auto e fare vacanze?
    La metà delle mie amicizie ha forti difficoltà a sostenere il vecchio tenore di vita, le banche non danno piu’ credito a commercianti e imprenditori vari.
    La cassaintegrazione aumentata del 355% dal 2008 al 2009.
    La disoccupazione è al 12% e l’agenzia interinale di fronte alla mia attività, fino a qualche anno fa era piena come un ufficio postale, oggi io ed il titolare di questa ci guardiamo negl’occhi mentre ci fumiamo l’ennesima sigaretta io aspettando clienti, lui aspettando commesse.
    L’uffico Inps è colmo di richeste di sussidi per disoccupazione, di mobilità ecc. , sussidi che tardano sempre piu’ ad arrivare, se arrivano.
    La disperazione sociale si respira se si vive fra “la gente”, non so tu in quale cerchia ristretta di fortunati vivi, quale elite sociale frequenti…
    In ogni società c’è sempre stata un’elite di persone che non si accorge della sofferenza del popolino fin quando questo non gli viene, minaccioso, a bussare all’uscio delle loro case.
    Si arriverà forse anche a questo, speriamo di no.
    Per concludere, ti invito a rispettare il malessere italiano, che c’è ed è sempre in crescita,
    e ad affacciarti ogni tanto dalle finestre del tuo palazzo reale per constatare l’esistenza di quel mondo che vive o muore a prescindere dalle tue superficiali consapevolezze.
    Magari prova ad ungere del tuo sano ottimismo la popolazione di Rosarno, o magari di Termini
    Imerese, e diglielo tu che sarebbe il caso di farsi un bel viaggio in un All Inclusive 5 stelle a Sharm. Bah!?

    Ciao, che la luce sia con te.


  3. 31
    savoire ha scritto:

    grande ambra!!!!franco e gli altri son solo dei komunisti falliti e invidiosi..che dan la colpa agli altri della loro vita disgraziata!!!BARBONI!!!!


  4. 30
    brag ha scritto:

    Una notizia dal Corriere della Sera: "Crolla la produzione industriale, -12,3%"

    Non preoccupatevi ……… siate ottimisti; tra un paio d’anni tutto tornerà come prima (ma solo per quelli che saranno riusciti a salvarsi :-( )


  5. 29
    brag ha scritto:

    Non ti preoccupare :-) ,
    lo so che c’è un sacco di gente che ritiene che tutto stia andando per il meglio :-(
    altrimenti non avrei scritto certe cose (che ritengo provocazioni)


  6. 28
    pinko ha scritto:

    Ti sei appena preso una stellina non avevo capito che eri ironico…credimi c’è un folto gruppo di idioti che dice la stesse cose e non è per nulla ironica, quel che è peggio è che son tutti morti di fame……pensavo che tu fossi uno di quel folto gruppo. Sorry


  7. 27
    brag ha scritto:

    Andamento cassa integrazione a dicembre (rispetto allo stesso mese del 2007):

    • ordinaria +525%
    • straordinaria -11%

    Il ministro Sacconi dichiara: «I dati dicono che esplode la cassa integrazione ordinaria, espressione di una caduta della produzione, quasi esclusivamente nel settore meccanico». «Questo non vuol dire che le imprese hanno perso la testa, non hanno cambiato organizzazione, per ora non sono in atto ridimensionamenti strutturali. La cassa integrazione straordinaria, anticamera del licenziamento, è infatti diminuita»

    Fonti: Corriere.it oppure IlSole24ore.com


  8. 26
    Massy ha scritto:

    Ehm… non prende l’object…

    http://it.youtube.com/watch?v=To6uxCY53j4


  9. 25
    Massy ha scritto:

    Bellino il video…

    io preferisco questo però:

    Ps: lassame un posto in macchina :P


  10. 24
    brag ha scritto:

    E vabbè, accontentiamoci!

    Per adesso si può ancora scrivere qualcosa, ma vedrete che se si continuerà in questa direzione riusciranno ad imbavagliare anche questi piccoli spazi privati dove è ancora possibile asprimere liberamente le proprie opinioni; e tutto purtroppo succederà nell’indifferenza totale :-(

    Free Blogger


  11. 23
    Ambra ha scritto:

    tse taci, la cronologia delle battute è chiara :D


  12. 22
    wanilla ha scritto:

    senti chi parla :D


  13. 21
    Ambra ha scritto:

    copiona .. :D

Pagine: [2] 1 » Mostra tutto

Lascia un commento