Passeggiata in moto a Castelluccio di Norcia

Dopo altri 2 mesi di astinenza completa da moto a causa un intervento chirurgico ad un tendine, domenica ho finalmente ripreso la mia BMW F800GS per fare una passeggiata a Castelluccio di Norcia.

Sabato pomeriggio avevo fatto un piccolo giro solo per provare se avvertivo dolore e se ero in grado di guidare senza difficoltà, e visto che tutto era andato nel migliore di modi ho deciso di fare una visita al Parco Nazionale dei Monti Sibillini per ammirare nuovamente la fioritura che è veramente uno spettacolo della natura!

La giornata era prevista serena e con temperatura gradevole, e così me la sono presa comoda ed ho scelto di percorrere tutta la via Flaminia fino a Terni per poi proseguire lungo la fantastica Valnerina fino a Visso.

Poco traffico, clima perfetto, manto stradale in buono stato: è stato un piacere guidare la moto lungo il percorso sinuoso ammirando i bei paesaggi.

Giunto a Visso, dopo una breve "sosta caffè", sono entrato nel territorio del Parco che ho attraversato a velocità molto bassa e mantenendo il casco aperto per godere meglio dei profumi e del paesaggio veramente incantevole. Non è la prima volta che vado a Castelluccio (credo che diventerà un appuntamento annuale perché è veramente un luogo "magico") e così questa volta ho preferito passare per Forca Canapine e poi ridiscendere verso Accumuli per riprendere poi la Salaria SS4 verso Roma.

Il percorso per castelluccio di Norcia

Il percorso da Roma a Castelluccio di Norcia e ritorno

Ho pranzato nell'ottima trattoria "Vacunea" che si trova lungo la Salaria nel territorio di Posta proprio all'uscita per la frazione Bacugno. Se per caso ci andate non commettete l'errore di ordinare prima di aver visto la grandezza delle portate . . . .  vi avviso che l'antipasto è un pasto completo ed i primi piatti sono talmente abbondanti che una porzione basta tranquillamente per due persone !!!

Tutte le foto sono disponibili su Flickr, anche per il download  😉

Castelluccio di Norcia ed Assisi

Domenica 27 giugno c'era un raduno ad Assisi organizzato dalla locale sezione del CCMotordays e così ne ho approfittato per fare una visita anche a Castelluccio di Norcia per vedere la fioritura che quest'anno, a causa del maltempo, era in ritardo.

Mi sono incontrato con altre due persone all'inizio dell'autostrada A1 e poi abbiamo proseguito, seguendo la Salaria, verso Amatrice dove c'erano ad aspettarci altri due amici provenienti dall'Abruzzo.

Dopo una breve sosta abbiamo fatto strada verso Castelluccio, ma dopo pochi chilometri ci siamo dovuti fermare per indossare l'antipioggia in quanto si stavano addensando nuvoloni minacciosi ed iniziava a cadere qualche goccia. Mancava poco alla meta e così siamo arrivati al Piano Grande sotto un cielo nero e minaccioso, ma ancora asciutti, ed abbiamo potuto ammirare lo spettacolo offerto dalla natura che, con la fioritura, riesce a dipingere quadri fantastici.

La fioritura era solo all'inizio ed ancora non c'era l'esplosione dei colori che la caratterizza, ma già si potevano vedere distese con sfumature diverse e variopinte. Dopo qualche sosta per scattare alcune foto ci siamo fermati nella piazza di Castelluccio per pranzare in uno dei tanti locali presenti dove vengono serviti piatti di salumi e formaggi tipici. Mentre stavamo assaporando il cibo si è scatenato un fortissimo temporale con rovesci di pioggia e grandine che ci ha bloccati – insieme a tanti altri motociclisti – per un paio di ore; la grandine è stata veramente forte ed il temporale ha causato un notevole abbassamento della temperatura che è scesa a soli 9°!!!!

Passato il temporale, ma sempre sotto un cielo cupo abbiamo deciso di proseguire direttamente verso Assisi percorrendo la strada più breve e veloce, e bene abbiamo fatto a prendere tale decisione perché il resto del viaggio lo abbiamo fatto sotto leggere, ma fastidiose precipitazioni. Arrivati a Bastia Umbra nel luogo del raduno, mentre stavamo prendendo un caffé, di nuovo pioggia, tuoni e fulmini . . . un tempaccio da far passare la voglia anche ai motociclisti più "tosti"!

Abbiamo pazientemente atteso che il tempo migliorasse un pochino, e poi ci siamo diretti verso l'ottimo albergo che gli amici di Assisi ci avevano suggerito. Purtroppo il troppo tempo perso e le pessime condizioni meteo non ci hanno consentito di effettuare un'escursione nella città di Assisi: pazienza, sarà per la prossima volta!

Posteggiata la moto in garage, scaricati i bagagli, il tempo di fare una doccia et voilà . . . anche il cielo si era rasserenato mutando la giornata da autunnale ad estiva nel giro di 1 ora!

Ottima cena in un vicino agriturismo, un bel po' di chiacchere e scherzi e poi tutti a dormire.

La mattina di domenica 28 finalmente un bel cielo sereno con temperatura estiva; ci siamo ritrovati nella piazza di Bastia Umbra per poi andare tutti insieme, guidati da staffette ufficiali, verso Todi dove ci siamo uniti ad un gruppone proveniente da Calcata, cittadina dove si erano dati appuntamento i soci del Lazio.

Non so quante fossero le moto, ma la piazza di Todi era piena! Per la foto ricordo ci siamo seduti sulla scalinata della chiesa ed abbiamo riempito anche quella! Dopo un fresco aperitivo – rigorosamente analcoolico – abbiamo percorso un'altro breve tratto di strada per arrivare in un bel ristorante ubicato sulle sponde del lago di Corbara dove ci è stato servito un ottimo pranzo in un ambiente veramente gradevole. Sono seguite premiazioni, una riffa di beneficenza e poi i saluti di rito. Sono tornato a Roma percorrendo l'autostrada che era poco trafficata (il 29 a Roma è giorno di festa dedicato a SS Pietro e Paolo).

Peccato per il maltempo del sabato, altrimenti sarebbe stato un weekend veramente stupendo. Complimenti agli organizzatori che hanno preparato un evento perfetto in ogni dettaglio e scegliendo percorsi e strutture ricettive veramente di prim'ordine.

Tutte le foto sono disponibili su Flickr, anche per il download  😉