Pasta e fagioli ai frutti di mare

Ingredienti (per 4 persone):

  • 2 barattoli di fagioli borlotti in scatola (500 gr sgocciolati)
  • 400 gr di misto mare congelato (seppioline, calamaretti e gamberetti, vongole e cozze sgusciate)
  • 200 gr di pasta all’uovo fresca (maltagliati)
  • 30 gr di cipolla
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 cucchiai di passata di pomodoro
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 rametto di rosmarino
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • sale e pepe nero q.b.
  • peperoncino q.b. (facoltativo)

Preparazione:

  1. Scongelate i molluschi e sciacquateli con cura.
  2. In una tegame fate imbiondire l’aglio e la cipolla, poi aggiungete il pesce e lasciatelo cuocere a fuoco basso e con coperchio per circa 40 minuti (non è necessario aggiungere acqua, sarà sufficiente quella rilasciata dai molluschi). Se gradite il piccante, unite ora il peperoncino tritato.
  3. Quando tutta l’acqua sarà evaporata bagnate con il vino bianco e fatelo sfumare. Togliete gli spicchi d’aglio. Salate secondo i vostri gusti.

I frutti di mare da unire alla pasta e fagioli

  1. Nel frattempo, sgocciolate i fagioli e versateli in una pentola con 1 lt e ½ d’acqua e portateli a bollore.
  2. Unite il pesce e la passata di pomodoro ai fagioli, aromatizzate con un rametto di rosmarino e mescolate per amalgamare i sapori. Lasciate sobbollire per circa 15 minuti in modo da far disfare parzialmente i fagioli. Regolate di sale ed eliminate il rametto di rosmarino.

I falioli con i frutti di mare

  1. Aggiungete la pasta e lasciatela cuocere.
  2. Servite la pasta e fagioli ai frutti di mare ben calda e "densa" spolverizzandola, a piacere, con del pepe macinato al momento.

La pasta e fagioli ai frutti di mare

Per contenere i costi sono stati utilizzati pesce congelato e fagioli in scatola. Ovviamente la pietanza può essere preparata con molluschi e fagioli sgranati freschi. Le istruzioni sono le stesse, ci vorrà solo un po’ di tempo in più per lessare i fagioli.

Fagioli borlotti gratinati

Ingredienti (per 4 persone):

  • 1 kg di fagioli borlotti freschi (da sgranare, peso lordo dei baccelli)
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 4 foglie di alloro (per la decorazione finale, facoltativa)
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • ¼ di birra
  • 100 gr di formaggio Gauda (olandese) oppure Fontina o Emmental
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Sgranate i fagioli, lavateli e lessateli in poca acqua per circa 50 minuti; controllate il grado di cottura perché dovranno risultare al dente, senza spappolarsi.
  2. Sciacquate le foglie di alloro e mettetele ad asciugare.
  3. Sbucciate la cipolla; mondate e lavate il sedano e la carota, poi tagliate tutte le verdure a pezzetti.
  4. In un tegame con l’olio fate imbiondire le verdure fino ad ottenere una leggera doratura, poi aggiungete i fagioli scolati quasi totalmente del loro liquido di cottura e lasciateli insaporire con le verdure per qualche minuto mescolando.
  5. Versate quindi la birra e lasciatela evaporare a fuoco basso e con coperchio; mescolate di tanto in tanto e regolate di sale.
  6. Nel frattempo, tagliate il formaggio a dadini.
  7. Quando i fagioli borlotti sono pronti, versateli in quattro scodelline di terracotta, distribuite sulla loro superficie il formaggio, pepate secondo i vostri gusti ed infornateli solo il tempo necessario per far fondere il formaggio e per dorarlo.
  8. Sfornate e servite i fagioli borlotti gratinati decorandoli con la foglia di alloro.

Minestra con fagioli cannellini e bietole

Ingredienti (per 4 persone):

  • 160 gr di cannellini secchi
  • 400 gr di bietole
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 filetti di acciuga sott’olio
  • 1 dado per brodo vegetale
  • peperoncino tritato q.b.
  • sale q.b.
  • 160 gr di spaghetti o bucatini

Preparazione:

  1. Mettete in ammollo i fagioli cannellini per 12 ore in acqua fredda.
  2. Sgocciolateli, sistemateli in una casseruola insieme al rametto di rosmarino, al dado e all’aglio sbucciato; versate 1 lt e ½  d’acqua e lessateli a fuoco basso e con coperchio (il tempo di cottura varia molto in funzione della qualità: da 45′ fino a 2 ore). Alla fine, eliminate il rosmarino e l’aglio.
  3. Nel frattempo, mondate e lavate le bietole; poi tagliatele a pezzi ed unitele ai fagioli lessati lasciandole cuocere per qualche minuto. Regolate di sale, insaporite con un po’ di peperoncino e mescolate per amalgamare gli ingredienti.
  4. Aggiungete gli spaghetti o i bucatini spezzati e lasciateli cuocere.
  5. Scaldate l’olio in un padellino e fatevi sciogliere le acciughe spezzettate aiutandovi con un cucchiaio di legno.
  6. Aggiungete il condimento di olio ed acciughe alla minestra di fagioli cannellini e bietole, mescolate e servitela calda.

Avete fretta? Al posto dei cannellini secchi utilizzate quelli in scatola (circa 400 gr sgocciolati) come segue:

  1. Lessate le bietole in 1,2 lt d’acqua con l’aglio, il dado, il peperoncino ed il rosmarino.
  2. Aggiungete i fagioli cannellini sgocciolati e poi procedete come da punto 4. minestra con fagioli cannellini in scatola

Penne con fagioli e peperoni

Ingredienti (per 6 persone):

  • 500 gr di penne rigate
  • 200 gr di fagioli borlotti in scatola
  • 2 peperoni gialli
  • 100 gr di passata di pomodoro
  • 1 cipolla grande
  • prezzemolo
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Pulite i peperoni eliminando i piccioli, i semi e le coste bianche; lavateli e tagliateli a cubetti abbastanza grossi.
  2. Affettate finemente la cipolla a fatela appassire a fuoco dolce in una padella con l’olio. Unite i peperoni  e lasciateli rosolare per circa 5 minuti, quindi versate la passata di pomodoro ed il vino rosso a fate cuocere a fuoco moderato per 10 minuti.
  3. Aggiungete i fagioli (scolati dell’acqua di cottura), mascolate per bene, regolate di sale e pepe e lasciate cuocere ed insaporire per altri 6-7 minuti in modo da far addensare il condimento.
  4. Lessate in abbondante acqua salata le penne al dente, scolatele e versatele nella padella.
  5. Fate saltare le penne con fagioli e peperoni a fiamma viva per 2 o 3 minuti e servitele immediatamente dopo averle spolverizzate con il prezzemolo tritato finemente.

Gamberetti al curry

Ingredienti (per 6 persone):

  • 500 gr di gamberetti sgusciati surgelati
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 1 scatola di fagioli cannellini lessati (il classico barattolo da 400 gr)
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiaini di curry "mild" (mediamente forte)
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Scongelate i gamberetti e sciacquateli bene.
  2. Lessate i gamberetti in acqua salata per circa 10 minuti; scolateli e lasciateli asciugare.
  3. Pulite il sedano e la carota e tagliateli a pezzettini; private i fagioli cannellini del liquido di cottura.
  4. In una insalatiera amalgamate i gamberi con i fagioli, il pezzettini di sedano e carota e conditeli con olio, sale e curry.
  5. Lasciateli riposare per almeno mezzora per farli insaporire; quindi serviteli spolverizzandoli con del pepe nero macinato al momento.

Gamberetti al curry

I gamberetti al curry con fagioli cannellini, sedano e carota.

Fagioli all’uccelletto

I fagioli all’uccelletto sono un piatto tipico della Toscana molto famoso; insieme ai fagioli al fiasco vengono spesso abbinati a piatti di carne oppure alle salsicce.  La notorietà della ricetta è dovuta alla semplicità degli ingredienti utilizzati ed al sapore intenso che riescono a sprigionare. Perché la ricetta sia stata chiama così non si sa; sembra che il nome sia riconducibile al metodo di cottura o agli aromi utilizzati.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 400 gr di fagioli cannellini secchi
  • 2 spicchi d’aglio
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 4 pomodori pelati
  • 1 ciuffetto di salvia
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Lessate i fagioli, precedentemente ammollati per 12 ore, in abbondante acqua salata a fuoco basso per circa 1 ora e mezza. Controllate la cottura perché i fagioli dovranno risultare teneri, ma non dovranno sfaldarsi o rompersi.
  2. In un tegame di coccio fate imbiondire l’aglio appena schiacciato nell’olio con le foglie di salvia.
  3. Aggiungete i fagioli e lasciateli insaporire per due o tre minuti, quindi unite i pomodori a pezzetti e fate sobbollire il tutto a fuoco basso e con coperchio per circa 20 minuti. Aggiungete l’acqua di cottura dei fagioli come necessario e mescolate delicatamente di tanto in tanto.
  4. Regolate di sale e pepe e serviteli caldi.

Ribollita

La ribollita, zuppa di pane stantio e verdure, è uno dei piatti tipici più noti della tradizione culinaria toscana (specie della zona di Firenze) e che ricorda un minestrone per la gran varietà di verdure utilizzate. È sicuramente un piatto "povero" di origine contadina e forse il nome "ribollita" deriva dal fatto che un tempo nelle famiglie meno abbienti si usava prepararne grandi quantità che poi venivano "ribollite" [bollite di nuovo] nei giorni seguenti. 
La ribollita veniva cucinata soprattutto il venerdì essendo un piatto vegetariano e quindi di "magro" e, poiché molto diffusa, in ogni paese o città della Toscana ne esiste una versione che comunque ha una caratteristica in comune con tutte le altre "ribollite": sono sempre presenti i fagioli, il cavolo nero ed il cavolo verza perché danno alla ribollita un sapore unico, inconfondibile.
Tutte le minestre di verdura diventano sempre più gustose ogni volta che vengono "riscaldate, o ribollite" sul fuoco e tale regola si adatta perfettamente anche ad un tipico piatto di recupero come la ribollita.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 200 gr di fagioli secchi (è possibile usare una q.tà equivalente di fagioli freschi o in scatola)
  • 250 gr di verza
  • 250 gr di cavolo nero
  • 200 gr di bietola
  • 1 patata
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 1 zucchina
  • 1 porro
  • 1 cipolla
  • 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 4 cucchiai di passata di pomodoro (oppure 5-6 pomodori ciliegino, o un paio di pomodori pelati a pezzetti)
  • sale e pepe
  • 8 fettine di pane raffermo
  • Parmigiano e/o pecorino grattuggiato (facoltativo, secondo i gusti)

Preparazione:

  1. Lasciate i fagioli a bagno per una notte nell’acqua, quindi scolateli e lessateli per 1 ora.
  2. Mentre i fagioli cuociono, pelate la patata, pulite tutte le verdure e tagliatele a cubetti (carote, zucchine e simili) o striscioline (verza e bietola).
  3. Pulite ed affettate il porro e la cipolla e fateli appassire a fuoco lento con 4 cucchiai d’olio in un tegame (meglio se di coccio), quindi aggiungete i fagioli scolati (conservate l’acqua!) e fateli insaporire nel soffritto per un paio di minuti.
  4. Aggiungete quindi tutte le verdure e copritele con l’acqua di cottura dei fagioli, aggiungete anche la passata di pomodoro e lasciate sobbollire per un paio di ore. Mescolate di tanto in tanto e verso il fine cottura salate e pepate secondo i vostri gusti.
  5. Fate abbrustolire nel forno (o sulla piatsra) le fette di pane raffermo, mettetele nei piatti individuali, versatevi la "ribollita" e conditela con un filo d’olio a crudo ed il formaggio (parmigiano e/o pecorino), se gradito.

Se servita "riposata" la ribollita è decisamente più saporita, per cui è preferibile prepararla prima per poi riscaldarla al momento della consumazione.
Se lo gradite, conditela con un filo di "olio santo" piccante L'olio santo sulla ribollita è perfetto .
Sconsigliamo invece l’uso di parmigiano e/o pecorino perché "nascondono" i sapori delle verdure Bohhh, il formaggio sulla ribollita? .

Minestrone

Il minestrone è un piatto semplice e adatto a tutte le stagioni. D’inverno in genere viene servito ben caldo e magari arricchito con un soffritto di pancetta, mentre in estate il minestrone è preferibile gustarlo a temperatura ambiente aggiungendo del buon olio a crudo e foglie di basilico fresco. Si possono utilizzare vari tipi di verdure in funzione della stagione, ma fagioli, patate, zucchine, carote, cipolla e sedano non dovrebbero mancare mai. Praticamente qualsiasi tipo di pasta, sia fresca che secca, lega bene con il minestrone così come il riso, il farro e/o l’orzo. Di seguito riportiamo gli ingredienti e le modalità di preparazione per un minestrone "standard",

Ingredienti (per 4 persone):

  • 200 gr di fagioli borlotti secchi
  • 100 gr di bietole
  • 200 gr di zucchine
  • 200 gr di patate
  • 5 pomodorini ciliegino (oppure un po’ di passata o un paio di pomodori pelati a pezzi)
  • 1 carota
  • 1 porro
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo
  • foglie di basilico fresco
  • sale
  • olio extravergine d’oliva
  • parmigiano grattugiato
  • pecorino grattugiato

Preparazione:

  1. Lasciate a bagno i fagioli per una notte (sconsigliamo vivamente l’uso del bicarbonato perché produce effetti spiacevoli e indesiderati Diarrea e aerofagia ).
  2. Scolate e sciacquate i fagioli; nettate le bietole, lavatele e tagliatele a pezzetti; pulite a tagliate a pezzi anche il sedano, la cipolla, il porro, le zucchine e la carota. Schiacciate lo spicchio d’aglio.
  3. Lessate i fagioli (circa 40 minuti), quindi unite tutte le verdure. Lasciate sobbollire per 1 ora e salate come necessario.
  4. Qui inizia il bello …. fate come vi pare …. se il minestrone vi piace con la pasta o con il riso aggiungetelo e rispettate i tempi di cottura, altrimenti servitelo così com’è! Noi consigliamo soltanto di unire l’olio, il basilico ed il prezzemolo a "crudo" spolverizzando il piatto con parmigiano e pecorino grattugiato.

Il minestrone è un piatto fantastico perché si adatta ai gusti personali, infatti può essere arricchito con un soffritto di pancetta, salsiccia, prosciutto o speck: praticamente non ci sono limiti alla fantasia. Ovviamente la base sarà sempre un misto di verdure tagliate a pezzetti che però potranno variare secondo la stagione e le proprie esigenze: non stupitevi quindi se troverete ricette che prevedono come ingredienti zucca, fagiolini, funghi, cotenne, verza etc. etc. . Una cosa è certa: il minestrone NON è un guazzabuglio o un pasticcio d’ingredienti eterogenei: il piatto trova infatti nell’amalgama dei vari sapori e nella cottura appropriata degli ingredienti la sintesi che ne fanno un piatto veramente squisito.

Fagioli in padella alla cowboy

Ricordate i film western dove i cowboys la sera cucinavano qualcosa sul fuoco del bivacco? Oltre al sempre presente bricco del caffè non c'era forse una padella di fagioli fumanti? E nei tanti spaghetti-western di Bud Spencer e Terence Hill quale era il loro piatto preferito? …. Sempre una grossa padella di fagioli che divoravano aiutandosi con degli enormi cucchiai di legno Padella di fagioli . La preparazione dei "cowboy beans" è veramente semplice e non richiede molto tempo; quindi ….. accendete il fuoco, seguite le istruzioni e, senza mai allontanarvi dalla vostra fedele "Colt", gustatevi un piatto di fagioli in padella alla cowboy Fagioli in padella alla cowboy .

Ingredienti (per 4 persone):

  • 400 gr di fagioli rossi secchi (o fagioli borlotti)
  • 200 gr di pancetta affumicata
  • 400 gr di pelati (o passata di pomodoro)
  • 2 cipolle
  • 1 bicchiere di vino
  • 1 peperoncino rosso (ma anche quello verde piccante va benissimo)
  • 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Lavate i fagioli e teneteli a bagno in abbondante acqua per una notte; scolateli, lessateli per un'ora e mezza e scolateli.
  2. Tagliate la pancetta a cubetti, affettate le cipolle, tritate il peperoncino e fate rosolare il tutto nell'olio a fuoco basso per circa 5 minuti e comunque finché la pancetta non sarà ben dorata e croccante. Bagnate con il vino (rosso o bianco) e fatelo evaporare.
  3. Unite al soffritto i pomodori pelati passati e fate insaporire; aggiungete quindi i fagioli, salate e fateli cuocere per circa 30 minuti a fuoco basso in modo da far ridurre il sugo lentamente fino a farlo diventare molto denso. Pepate secondo i vostri gusti e servite.

Fagioli in padella alla cowboy

Fagioli rossi e neri in padella; foto di wales23us

Trinità alle prese con una padella di "fagioli alla cowboy"

Pasta e fagioli

Ingredienti (per 4 persone):

  • 200 gr di pasta (ditaloni, spaghetti spezzati o pasta mista oppure maltagliati o fettuccine spezzate all’uovo)
  • 250 gr di fagioli borlotti secchi (oppure 1/2 kg di fagioli borlotti già lessati)
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 200 gr di passata di pomodoro [ved. nota 1]
  • 50 gr di pancetta stesa o guanciale (se piace, anche affumicata)
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 peperoncino [ved. nota 2]
  • 1/4 di bicchiere di vino bianco
  • sale e pepe

Preparazione:

  1. Sciacquate i fagioli secchi, lasciateli a bagno per una notte e lessateli per circa 40 minuti in 2 lt d’acqua.
  2. Tritate finemente la cipolla, la carota ed il sedano e tagliate la pancetta a cubetti.
  3. In una pentola fate soffriggere la cipolla, il peperoncino e la pancetta in 3 cucchiai d’olio; quando la cipolla è appassita e la pancetta dorata bagnate con il vino bianco e fatelo evaporare a fuoco vivo.
  4. Aggiungete i fagioli, il sedano, la carota tritata, la passata di pomodoro e lasciate cuocere per altri 20 minuti. Salate e pepate secondo i vostri gusti, controllate la cottura dei fagioli e se necessario allungate la cottura.
  5. Buttate nella minestra la pasta e fatela cuocere al dente. Servite la pasta e fagioli ben calda.

NOTA 1: al posto della passata di pomodoro è possibile usare dei pomodorini ciliegino tagliati a pezzetti. La minestra verrà meno colorita, ma il sapore non ne risentirà.
NOTA 2: se avete dell’olio piccante (chiamato anche "olio santo") vi suggeriamo di non usare il peperoncino, di ridurre la q.tà d’olio per il soffritto e di versare sulla pasta e fagioli l’olio piccante a "crudo".