Motore di ricerca per immagini simili

Il logo di TinEyeSegnalo un nuovo motore di ricerca d’immagini per adesso ancora in versione beta: http://tineye.com

Al momento la ricerca è limitata a circa 1 miliardo d’immagini, ma i risultati sono già veramente sorprendenti.

Di seguito le caratteristiche principali del servizio estrapolate / tradotte dalle FAQ:

Che cos’è TinEye:

TinEye è il primo motore di ricerca d’immagini nel web che utilizza una tecnologia d’identificazione dell’immagine. È possibile sottoporre un’immagine a TinEye per scoprire dove e come l’immagine appare nel web, oppure per trovare versioni modificate o elaborate della stessa.

Come funziona TinEye?

Gli spider di TinEye eseguono la scansione del Web con regolarità alla ricerca d’immagini. Utilizzando sofisticati algoritmi per il riconoscimento delle caratteristiche dell’immagine, TinEye riesce a creare una firma digitale unica e compatta, o ‘impronta digitale’, per ogni immagine che viene aggiunta al suo indice.
Quando viene eseguita una ricerca d’immagine in TinEye, le "impronte digitali" dell’immagine  vengono analizzate on-the-fly comparandole con quelle di ogni altra singola immagine indicizzata da TinEye. Il risultato della ricerca è una lista dettagliata di siti web che utilizzano l’immagine originale, oppure versioni modificate/elaborate della stessa.

TinEye non utilizza metadati o altri sistemi di marcatatura dell’immagine.

Che cosa bisogna fare per utilizzare TinEye?

È sufficiente registrarsi e seguire le semplici istruzioni

A che cosa serve TinEye?

TinEye può essere usato per fare molte cose, ad esempio:

  • Scoprire dove e come un immagine appare nel web
  • Trovare i siti web che contengono ulteriori informazioni su un’immagine
  • Attribuire un’immagine ad un autore o ad una fonte
  • Trovare le versioni ad alta risoluzione di un’immagine
  • Identificare come e dove un’immagine viene utilizzata verificandone anche il suo collocamento editoriale
  • Trovare versioni modificate o comunque alterate di una stessa immagine
  • Scoprire l’utilizzo online d’immagini aziendali o di marchi
  • Verificare la popolarità e la distribuzione di un’immagine nel web

Con TinEye è possibile trovare immagini simili? TinEye è in grado di fare il riconoscimento facciale?

Oltre alla corrispondenza esatta, TinEye è in grado di trovare le versioni della stessa immagine a cui sono state apportate modifiche come: ritagli, regolazioni del colore, testo aggiunto / rimosso e/o leggere rotazioni.
TinEye può anche individuare corrispondenze d’immagine in cui l’originale è stato modificato o manipolato in modo digitale.

TinEye non riconosce il contenuto di un’immagine, e non è in grado d’identificare persone o oggetti. Questo significa che TinEye non può trovare immagini diverse che hanno come soggetto le stesse persone o cose, ma solo differenti versioni di una particolare immagine.

La finzione "search" aggiunta dal plugin di TinEyeIl servizio è ottimo, ad esempio, anche per scovare un’uso improprio di un’immagine.

L’ho provato cercando i risultati per l’immagine http://bragwebdesign.com/wpress/wp-content/uploads/credit-crunch.jpg (una foto di George Bush utilizzata da molti servizi online per realizzare caricature) e mi ha subito identificato ben 84 versioni della stessa fornendomi i link ai siti dove sono pubblicate.

Da segnalare inoltre che TinEye mette a disposizione anche due semplici e funzionali plugin per Internet Explorer e FireFox che aggiungono la funzione "Search Image on TinEye" al menu che appare clickando con il tasto destro su un’immagine.

Per provare le caratteristiche del servizio fornito da TinEye utilizzate i seguenti widget:

   

 

Mahalo

Pochi giorni fa ho scoperto per caso la nuova directory di siti web Mahalo che è dotata anche di un buon motore di ricerca. Attualmente è ancora in fase "beta" per cui non restituisce molti risultati (ed al momento, solo in inglese), ma mi ha positivamente impressionato il modo semplice e chiaro con cui sono organizzati e vengono presentati i risultati delle ricerche. Di seguito riporto alcune notizie prese dalle loro FAQ.

La nuova directory non si basa su "spider", ma come Dmoz  è gestita da esseri umani e restituisce una pagina con risultati organizzati in sezioni e, a loro dire, privi di spam.

Promettono un notevole risparmio di tempo nell’effettuazione delle ricerche perchè il loro motore di ricerca dovrebbe restituire solo risultati già organizzati contenenti solo siti importanti (great) evitando di mostrare spam e siti mediocri.

Nel caso nel loro database non sia presente una pagina relativa alla ricerca effettuata viene restituito un elenco di pagine correlate ed una pagina con i risultati di Google.

Innovativo il loro processo editoriale il quale prevede che le pagine vengano preparate da Guide Part Time e controllate in qualità da altri membri stabili dello staff. Da notare che offrono dei soldi a chi scrive pagine per i risultati di ricerca che vengono accettate da Mahalo.

E’ disponibile un’estensione per i browsers che mostra i risultati delle ricerche su Mahalo di fianco ai risultati di Google. E’ possibile proporre dei link e segnalare eventuali errori, così come c’è la possibilità di discutere la qualità delle pagine.

Alcuni simboli grafici illustrano le caratteristiche dei siti linkati e viene anche mostrata in % la "completezza" dei contenuti della pagina rispetto ad un target prefissato.

Non linkano / includono:

  • siti di spam
  • siti ingannevoli o che contengono solo pubblicità
  • i siti che sembrano partecipare ad operazioni di phishing o qualsiasi altro tipo di attività maligne
  • siti che ripropongono informazioni prese da altri siti
  • siti che copiano e/o ripropongono i contenuti di altri senza autorizzazione
  • siti di origine sconosciuta (non possono stabilire chi gestisce il sito)
  • siti con contenuti per adulti o che incitano all’odio

Linkano / includono:

  • Siti che sono considerati autorità nel loro campo
  • Siti che hanno contenuti originali e di alta qualità
  • Siti che sono stati operativi per oltre un anno (I siti che hanno meno di un anno vengono posti in fondo alla pagina in una apposita sezione)
  • Siti che hanno uno schema pulito, un buon design ed una modesta quantità di pubblicità

Hanno una block list per i siti che bannano.

Staremo a vedere, per adesso la utilizzo per trovare notizie su alcuni musicisti Mahalo