Fili d’Argento

Da poco più di un anno possiedo una vecchia Fiat 500L costruita nel 1970 che ho pazientemente sistemato e riportato in condizioni originali; la macchina ha già l'attestato di datazione e storicità dell'ASI e prossimamente verrà verificata in una sessione d'omologazione per l'ottenimento del Certificato d’Identità (la famosa "Targa Oro").

Con questa macchina ho cercato di partecipare a qualche evento organizzato dal Fiat 500 Club Italia, ma non mi sono trovato a mio agio e così mi sono iscritto ad un'altro Club: il Circolo Pontino della Manovella con sede a Latina.

Durante l'anno questo sodalizio organizza vari eventi e manifestazioni di auto storiche; per il 2 e 3 ottobre 2010, in collaborazione con il Lions Club di Sabaudia – San Felice, era in programma una manifestazione turistica con prove di regolarità denominata "Fili d'Argento" riservata ad autovetture omologate ASI costruite entro il 1990.
L'intento dell'evento era quello di raccogliere fondi, attraverso gli sponsor che vengono applicati sulle vetture, da devolvere in beneficenza e così, visto lo scopo della manifestazione, la vicinanza della sede, la bella giornata e la curiosità di cimentarmi in una gara di regolarità mi sono iscritto.

Il programma di sabato 2 ottobre prevedeva:

  • ore 17,00 – Ritrovo delle vetture presso piazza del Popolo – Latina
  • ore 19,00 – Partenza per giro con prova di abilità sul tracciato Latina – Latina Lido – Torre Astura
  • ore 20,00 – Arrivo presso l'Azienda Vinicola “I Pampini” in località Acciarella b.go Sabotino con degustazione di vini e prodotti locali

Il primo impatto con l'organizzazione è stato molto positivo; appena arrivato nella piazza di Latina riservata all'evento mi è stato assegnato un numero identificativo di gara da apporre sull'auto "schierata" in bella mostra insieme a tante altre magnifiche vetture antiche e rare come una Renault del 1926, o un prototipo di Fiat Sport degli anni 40.
In perfetto orario è poi iniziato il giro turistico che prevedeva la tanto attesa, ed a me completamente sconosciuta, prova di regolarità.

Tale prova consiste nell'effettuare in sequenza dei brevi facili percorsi in un tempo prestabilito corrispondente a velocità medie estremamente basse (25-35 km/h); l'abilità consiste infatti solo nell'impiegare esattamente il tempo previsto in quanto si ricevono penalizzazioni sia se si tagliano i traguardi in anticipo, che in ritardo.
Il susseguirsi ininterrotto delle prove aggiunge difficoltà in quanto è necessario resettare il cronometro per annullare gli errori della prova precedente; può sembrare una prova banale, ma vi assicuro che assolutamente non lo è Prova di regolarità

Dopo aver tutti completato la prova – che ha richiesto un tempo molto breve – ci siamo diretti in colonna verso l'azienda agricola dove ci è stata offerta una cena deliziosa in un ambiente molto curato e confortevole: ottimi i vini degustati insieme alle squisite pietanze preparate personalmente dalla proprietaria.

Per la domenica il programma era decisamente più intenso e prevedeva:

  • ore 10,00 – Ritrovo delle vetture presso Piazza del Comune, Sabaudia
  • ore 10,30 – Partenza delle vetture da Sabaudia – Prove di abilità
  • ore 11,30 – Arrivo delle vetture in piazza San Francesco d’Assisi a San Felice Circeo – Posteggio e aperitivo
  • ore 12,00 – Partenza delle vetture per Sabaudia – Prova di abilità
  • ore 13,00 – Arrivo vetture in Sabaudia – Parcheggio in piazza del Comune
  • ore 13,30 – Pranzo presso Hotel “Le Dune” – Lungomare di Sabaudia
  • ore 16,00 – Premiazioni e commiato ai partecipanti presso il Palazzo Comunale.

Grazie al tempo stupendo la gita di domenica è stata veramente gradevole e la giornata è passata in un battibaleno.

Dopo aver lasciato le vetture in esposizione nella piazza principale di Sabaudia (come già detto sulle auto erano stati collocati dei cartelli pubblicitari) ci siamo avviati in colonna su un percorso immerso nel verde che prevedeva alcune prove di regolarità.
Dopo averle completate ci siamo recati a San Felice Circeo per prendere l'aperitivo mentre le auto sostavano in mostra nella piazza antistante.
Terminato l'aperitivo siamo tornati a Sabaudia cimentandoci di nuovo in altre prove cronometrate, per lasciare poi i nostri "bolidi" esposti nella piazza del Comune. Era infatti previsto un servizio navetta per raggiungere il ristorante "Le Dune" che si trova sul vicino lungomare. 

Durante il pranzo – veramente ottimo – ci sono stati comunicati i risultati e con sorpresa ho scoperto di essermi classificato onorevolmente non ultimo 

C'è stata poi la premiazione dei vincitori nella sala congressi del Palazzo Comunale e, dopo il commiato dell'organizzazione, i saluti personali con la promessa di ritrovarci quanto prima per un'altro evento.

P.S.: le foto sono poche perché inavvertitamente ne ho cancellate diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *