Vacanza a Santa Teresa di Gallura

La Sardegna fu la meta di uno dei miei primi giri in moto; era la primavera del 2009 ed allora possedevo uno stupendo scooter Honda Silver Wing 600 grazie al quale scoprii il mototurismo.

Rimasi molto impressionato dalla bellezza della Sardegna, e così ho approfittato di un raduno organizzato dal CCMotorday per tornare nell'isola dal 5 al 9 settembre a godermi qualche giorno di vacanza insieme ad un gruppo di amici.

E poi è stata anche un'occasione per provare COATTA, la nuova moto BMW R1200GS che ha sostituito la F800GS con la quale ho percorso 45.000 km in meno di 2 anni

Per la traversata abbiamo utilizzato il traghetto della Saremar che ci ha sbarcato ad Olbia la mattina presto di mercoledì 5 settembre. Il meteo non prometteva nulla di buono, ma siamo riusciti ad arrivare nell'hotel Da Cecco di Santa Teresa di Gallura senza bagnarci.

Dopo aver fatto colazione abbiamo tentato di fare un giro lungo la costa, ma è iniziato a piovere ed abbiamo preferito tornare in albergo rimandando la gita al giorno dopo.

Giovedì il tempo era splendido e ne ho approfittato per fare una lunga passeggiata in moto insieme ad un amico per rivedere Castelsardo > Stintino > Capo Caccia > Alghero e poi tutta la magnifica costa fino a Bosa da dove abbiamo "tagliato" all'interno per tornare a Santa Teresa di Gallura.

Per la sera era stata organizzata una cena a base di specialità locali in un agriturismo ad una trentina di chilometri da Santa Teresa di Gallura … semplicemente spettacolare! Dopo un antipasto eccezionale sono stati serviti due ottimi primi (pane carasau e poi certe deliziose fettuccine a base di zucchine e funghi porcini leggermente piccanti) per poi passare al piatto forte ovviamente a base di perceddu ed agnello arrosto più involtini di interiora.
E come dolce non poteva mancare il seadas ricoperto di miele degustato sorseggiando mirto!

Il venerdì, causa un malinteso, ho fatto un giro in solitaria nell'interno della Sardegna. Dopo aver seguito la costa fino a Porto Cervo ho poi tagliato verso l'interno per il lago di Coghinas per poi proseguire verso Ozieri, Buddosò e Monti da dove ho preso la superstrada verso Olbia per far ritorno a Santa Teresa di Gallura dove nel primo pomeriggio era in programma una visita guidata alla Tomba dei Giganti di Capo Testa.

Il giro all'interno mi ha portato ad attraversare dei vasti sughereti ed anche dei bellissimi boschi che onestamente non mi aspettavo di trovare. Purtroppo non sono riuscito a raggiungere il gruppo per la visita alla Tomba dei Giganti perché … mi sono perso! Ho seguito le indicazioni stradali e alla fine mi sono trovato al faro di Capo Testa: faceva caldo, c'era molto traffico e così mi sono fermato e rilassato bevendo una birra fresca all'ombra ed ammirando il panorama stupendo!

La sera abbiamo cenato Da Thomas, ottimo ristorante che serve tante specialità a base di pesce, e poi tutti in piazza a chiacchierare.

Per il sabato era stata organizzata una bella gita in moto sull'isola della Maddalena e Caprera: belle, belle, belle! Paesaggi mozzafiato! Non ho parole per descrivere la bellezza dei luoghi che abbiamo visitato.

Il pranzo (squisito) ci è stato servito dalla Pro Loco sull'isola di Caprera, e subito dopo c'è stata un'interessante visita guidata a quella che fu la dimora dell'Eroe dei Due Mondi e dove Garibaldi visse gli ultimi venticinque anni della sua vita dedicandosi alla coltivazione dei campi ed allevando animali.

Di nuovo a cena Da Thomas, e poi ancora in piazza dove c'era uno spettacolo folcloristico.

Per la giornata di domenica era invece prevista una gita in barca; alle ore 10:00 partenza dal porto di Santa Teresa con una attrezzata motonave che ci ha fatto fare un lungo giro delle isole dell'arcipelago de La Maddalena per visitare le più belle cale e le piccole incantevoli spiagge con frequenti soste per bagni in acque cristalline. Abbiamo pranzato a bordo e, dopo una breve visita alla città de La maddalena, siamo rientrati nel tardo pomeriggio in albergo.

Veloce doccia, e poi in moto ad Olbia dove ci attendeva il traghetto per il rientro a Civitavecchia.

La Sardegna è una terra bellissima, e le strade sono perfette per essere percorse in moto. Spero di tornarci presto per visitare anche il sud dell'isola. Magari approfitterò di nuovo dell'ospitalità degli amici sardi che ringrazio pubblicamente per le belle giornate che mi hanno fatto trascorrere.

Tutte le foto sono disponibili su Flickr, anche per il download  😉

Un commento su "Vacanza a Santa Teresa di Gallura."

  1. Solo 4 su 5 al tuo resoconto perché l’hai fatto da sobrio e mancava la verve comica alla quale ci hai abituato. Comunque, tranquillo, ci torneremo!

1 Ping/Trackbacks per "Vacanza a Santa Teresa di Gallura"

  1. […] Ma la gita non era ancora terminata perché ci aspettava il giro tra le stradine del  fantastico centro storico di Gallipoli ubicato su un'isola collegata alla terraferma attraverso un vecchio ponte. Ormai si era fatto pomeriggio inoltrato ed alcuni amici pugliesi mi attendevano all'inizio del ponte dove c'è la bella Fontana Greca, e così ho posteggiato la moto e finalmente ho potuto riabbracciare e chiacchierare a lungo con i "Salento Friends" con cui avevo trascorso dei bei momenti durante la vacanza a Santa Teresa di Gallura. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *