Vermicelli con le vongole

Per preparare la pasta con le vongole preferiamo utilizzare le vongole comuni (dette anche lupini) perché hanno un sapore più deciso ed una maggiore consistenza, inoltre costano molto meno delle vongole veraci. Il sughetto in genere lo realizziamo in bianco, ma è possibile aggiungere anche qualche pomodorino tagliato a metà per dare un "tocco" mediterraneo alla pietanza.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 400 gr di vermicelli N°7
  • 800 gr di vongole comuni (lupini)
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 3 spicchi di aglio
  • 2 filetti di alice (sott’olio, sotto sale o fresche)
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • prezzemolo
  • peperoncino tritato q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Preparazione:

  1. Mettete a bagno per qualche ora le vongole in acqua fredda leggermente salata per farle spurgare, poi sciacquatele con cura sotto l’acqua corrente.
  2. In una padella fate soffriggere l’aglio sbucciato e tagliato a pezzi grandi ed il peperoncino, unite anche i filetti di acciuga e schiacciateli con una forchetta per farli sciogliere; quando l’aglio è dorato eliminatelo.
    NOTA: di peperoncino ne va usato pochissimo, giusto una pizzicatina.

L'aglio imbiondito

  1. Unite le vongole, sistemate un coperchio sulla padella e lasciatele aprire.

Le vongole ad inizio cottura

  1. Quando le vongole si sono aperte togliete il coperchio e lasciate asciugare l’acqua rilasciata dai molluschi.

L'acqua rilasciata dalle vongole

  1. Bagnate con il vino e fatelo sfumare a fuoco vivo. Regolate di sale (ne serve pochissimo … assaggiate!). 
    NOTA: è anche possibile sgusciare la metà delle vongole; comunque toglietene una parte da utilizzare come guarnitura dei piatti. 
  2. Nel frattempo lessate i vermicelli in abbondante acqua salata e scolateli al dente.
  3. Versate i vermicelli nella padella con le vongole e saltateli per un paio di minuti mescolandoli per farli insaporire; spolverizzateli con il prezzemolo tritato minutamente.

I vermicelli con le vongole saltati in padella

  1. Servite i vermicelli con le vongole ben caldi spolverizzandoli a piacere con del pepe macinato al momento.

I vermicelli con le vongole

I vermicelli con le vongole pronti: manca solo una bella spolverizzata di pepe!

Spaghettini aglio, olio, peperoncino e Pachino

Gli spaghettini con aglio, olio, peperoncino e pomodorini di Pachino sono è un piatto semplicissimo che può essere preparato in pochi minuti; per una buona riuscita della pietanza è però necessario prestare particolare attenzione alla cottura della pasta che scuoce facilmente.

Ingredienti (per 1 persona):

  • 100 gr di spaghettini N°2
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • peperoncino tritato q.b.
  • 200 gr di pomodorini Pachino
  • sale q.b.

Preparazione:

  1. In un tegamino di coccio fate soffriggere l’aglio ed il peperoncino nell’olio. Quando dorato, togliete l’aglio

Aglio, olio e peperoncino

  1. Lavate e tagliate i pomodorini ed versateli nel tegamino.

L'aggiunta del Pachino al soffritto

  1. Fate cuocere il pomodoro per restringe il sugo; salare come necessario.

Il sugo aglio, olio, peperoncino e Pachino pronto.

  1. Lessate gli spaghettini in abbondante acqua salata, scolateli al dente e conditeli con il sugo.
  2. Servite gli spaghettini aglio, olio, peperoncino e Pachino immediatamente.

Spaghettini aglio, olio, peperoncino e Pachino

Pasta alle melanzane

Questa ricetta è una versione rivista della pasta alla Norma (famoso piatto tipico siciliano). Le differenze non sono molte, ad esempio ho usato un po’ di peperoncino e parte delle melanzane fritte le ho amalgamate al sugo per far sentire meglio il sapore dell’ortaggio.

Ingredienti (per 2 persone – porzioni Jumbo):

  • 240 gr di sedanini
  • 300 gr di melanzane "lunghe"
  • 1 barattolo di pomodori a pezzi (400 gr)
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • olio per friggere q.b. (circa un ¼ lt)
  • 2 cucchiai di ricotta salata grattugiata
  • qualche foglia di basilico
  • sale q.b
  • peperoncino tritato q.b.

Preparazione:

  1. Mondate le melanzane, lavatele, tagliatele a rondelle spesse circa 1 cm, cospargetele con un po’ di sale grosso e lasciatele spurgare per almeno 30 minuti.

Come spurgare le melanzane

Per spurgare le melanzane è sufficiente cospargerle di sale grosso, metterle in uno scolapasta e comprimerle ….
io faccio come mostrato in figura

  1. Sbucciate l’aglio e fatelo imbiondire in una casseruola con l’olio ed il peperoncino. Quando pronto, eliminate l’aglio.
  2. Aggiungete il pomodoro e lasciatelo sobbollire per addensarlo.
  3. Dopo averle asciugate (altrimenti schizzano), friggete le melanzane; poi scolatele e mettetele in un piatto con carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

La frittura delle melanzane

La frittura delle melanzane

  1. Quando fredde, tagliate metà delle melanzane a dadini e versatele nel sugo; salate, mescolate per farle insaporire e terminate la preparazione del sugo. A fuoco spento aggiungete qualche foglia di basilco.

Sugo e melanzane fritte

La frittura delle melanzane e la preparazione del sugo

Il sugo alle melanzane pronto

Il sugo alle melanzane pronto

  1. Lessate i sedanini in abbondante acqua salata (okkio al sale, considerate che la ricotta è saporita e che il sugo è già salato) e scolateli al dente.
  2. Condite la pasta con il sugo alle melanzane, spolverizzate il tutto con abbondante caciotta salata grattugiata e mescolate per amalgamare tutti gli ingredienti.
  3. Versate i sedanini nei piatti individuali e servite la pasta guarnendola con le melanzane fritte rimaste, qualche foglia di basilico fresco ed un’altra spolverizzata di caciotta grattugiata.

La pasta alle melanzane pronta per essere servita

Ed ecco il risultato

Risotto al radicchio e gorgonzola

Ingredienti (per 2 persone):

  • 160 gr di riso Arborio
  • 80 gr di radicchio di Chioggia
  • 80 gr di gorgonzola
  • 30 gr di burro
  • 25 gr di cipolla
  • ½ lt di brodo di carne
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • ½ bicchiere di vino rosso
  • sale q.b.

Preparazione:

  1. Mondate il radicchio, lavatelo e tagliatelo a striscioline piccole.
  2. Tritate la cipolla.
  3. In un tegame fate appassire la cipolla nel burro.

La cipolla appassita nel burro

  1. Quando la cipolla è appassita aggiungete il radicchio e bagnate il tutto con vino rosso. Lasciate cuocere a fuoco basso e con coperchio fino a che il vino non è quasi completamente evaporato.

La cottura del radicchio per il risotto

  1. Aggiungete il riso e fatelo tostare per 1 – 2 minuti.

La tostatura del riso

  1. Iniziate a bagnare con il brodo caldo e lasciate cuocere il riso.
  2. Circa 3 minuti prima del fine cottura aggiungete il gorgonzola e fatelo sciogliere mescolandolo con cura per amalgamarlo agli altri ingredienti.
  3. Spegnete il fuoco, aggiungete il parmigiano e mantecatelo.

Il risotto al radicchio e gorgonzola mantecato con il parmigiano

  1. Servite il risotto al radicchio e gorgonzola ben caldo.

Il risotto al radicchio e gorgonzola

Vi proponiamo anche una videoricetta che illustra la preparazione del piatto; rispetto alla nostra ricetta ci sono delle piccolissime differenze, ma sostanzialmente la procedura è la stessa risotto al radicchio e gorgonzola .

Fusilli alla rucola

Ingredienti (per 1 persona):

  • 120 gr di fusilli
  • 30 gr di rucola
  • 200 gr di pomodorini ciliegino
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • sale q.b.
  • formaggio grattugiato (facoltativo)

Preparazione:

  1. Sciacquate i pomodorini e la rucola.
  2. In una padella con l’olio fate soffriggere l’aglio, poi aggiungete i pomodorini tagliati a metà e lasciateli cuocere per 10 minuti a fuoco vivo. Regolate di sale ed eliminate l’aglio.

I pomodorini per preparare il sugo

Il sugo pronto

  1. Lessate i fusilli in abbondante acqua salata e scolateli al dente.
  2. Versate i fusilli nella padella con il sugo e saltateli per 1-2 minuti, poi aggiungete la rucola e mescolate in modo da farla appassire ed amalgamare.

I fusilli alla rucola saltati in padella

  1. Servite i fusilli alla rucola caldi spolverizzandoli a piacere con il vostro formaggio grattugiato preferito. Noi raccomandiamo una ricotta salata leggermente stagionata.

I fusilli alla rucola pronti

Calamarata con salsiccia

La calamarata è una pasta tipica di Gragnano (NA)  che, tenendo molto bene la "cottura", si presta magnificamente ad essere amalgamata con il condimento saltandola in padella.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 400 gr di calamarata
  • 3 salsicce (300 gr)
  • ½ cipolla (~ 40 gr)
  • ½ bicchiere di vino
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 150 ml di panna
  • sale e pepe q.b.
  • parmigiano grattugiato q.b. (facoltativo)

Preparazione:

  1. Spellate e sgranate le salsicce.
  2. Sbucciate la cipolla e tagliatela a pezzettini.
  3. In una padella con l’olio fate rosolare la cipolla e la salsiccia. Bagnate con il vino e fatelo sfumare. A fuoco spento aggiungete la panna, mescolate con cura e regolate di sale se necessario.

Il sugo con salsiccia per la calamarata

Il sugo con salsiccia per la calamarata

  1. Nel frattempo lessate in abbondate acqua salata la calamarata, scolatela al dente.
  2. Versate la calamarata nella padella con il sugo di salsiccia e saltatela per 2-3 minuti mescolando.
  3. Servite la calamarata con salsiccia ben calda spolverizzandola a piacere con del pepe macinato al momento e parmigiano grattugiato.

La calamarata con salsiccia

La calamarata con salsiccia pronta per essere servita

Spaghetti con caciocavallo

Ingredienti (per 1 persona):

  • 120 gr di spaghetti
  • 30 gr di caciocavallo lucano al peperoncino
  • 200 gr di pomodorini ciliegino
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • sale q.b.

Preparazione:

  1. In un tegamino con l’olio fate imbiondire lo spicchio d’aglio.
  2. Nel frattempo sciacquate i pomodorini e tagliateli a metà.
  3. Eliminate l’aglio ed aggiungete i pomodorini lasciandoli cuocere per una decina di minuti.

La preparazione del sughetto

  1. Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e conditeli con il sughetto.
  2. Servite gli spaghetti spolverizzandoli con abbondante caciocavallo grattugiato.

Gli spaghetti con il caciocavallo lucano al peperoncino

Sedanini al radicchio

Ingredienti (per 3 persone):

  • 300 gr di sedanini
  • 300 gr di radicchio rosso di Verona
  • 100 gr di pancetta affumicata
  • 30 gr di cipolla
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 200 ml di panna vegetale
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. in una padella con l’olio fate rosolare la pancetta tagliata a dadini. Quando la pancetta sarà leggermente dorata aggiungete la cipolla tritata.

La rosolatura della pancetta e della cipolla

  1. Quando la cipolla e la pancetta sono ben rosolate bagnate con il vino bianco e lasciatelo sfumare.

La pancetta e la cipolla rosolata

La pancetta e la cipolla insaporita con il vino

  1. Nel frattempo mondate il radicchio togliendo la parte bianca (la costa) centrale, poi sciacquatelo.

La pulitura del radicchio

  1. Unite il radicchio alla pancetta con la cipolla e lasciatelo appassire a fuoco basso. Dopo qualche minuto aggiungete anche la panna, mescolate per amalgamare gli ingredienti e lasciate sobbollire per qualche minuto in modo da far addensare il sugo. Regolate di sale.

Il sugo al radicchio pronto

  1. Lessate i sedanini in abbondante acqua salata, scolateli al dente e saltateli per un paio di minuti nella padella con il sugo mescolandoli.
  2. Servite i sedanini al radicchio spolverizzandoli con del parmigiano grattugiato e del pepe macinato al momento.

Crema di funghi e asparagi

Ingredienti (per 4 persone):

  • 600 gr di funghi champignon
  • 12 asparagi freschi
  • 1 cipolla
  • ¾ lt di brodo vegetale
  • 10 gr di burro
  • 1,5 dl di crema vegetale
  • prezzemolo
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Mondate con cura i funghi eliminando i residui di terra, puliteli con un panno umido oppure passateli velocemente sotto l’acqua, poi affettateli.
  2. Sbucciate la cipolla, tritatela e mettetela in una casseruola con l’olio e fatela appassire a fuoco basso.
  3. Aggiungete i funghi, alzate il fuoco e lasciateli cuocere con l’acqua che rilasceranno.
  4. Quando l’acqua si sarà ritirata versate il brodo e continuate la cottura per altri 30 minuti; spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.
  5. Nel frattempo mondate gli asparagi eliminando la parte bianca più dura, lavateli e cuoceteli.
  6. Utilizzando un mixer ad immersione frullate i funghi ormai intiepiditi nella casseruola in modo da ottenere una crema.
  7. Unite la crema vegetale ed il burro e scaldate nuovamente mescolando in modo da far sciogliere ed amalgamare gli ingredienti. Regolate di sale.
  8. Servite la crema di funghi versandola nei piatti individuali e decorandola con gli asparagi ed una foglia di prezzemolo; spolverizzate a piacere con del pepe macinato al momento.

Timballo di ziti

Ingredienti (per 6 persone):

  • 500 gr di ziti napoletani
  • 1 barattolo di pomodorini di collina (ciliegino) da 400 gr
  • 1 barattolo di polpa di pomodoro da 400 gr
  • 300 gr di passata di pomodoro
  • 1 carota
  • 1 piccola cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 250 gr di mozzarella
  • 5 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiai di vino bianco
  • prezzemolo
  • qualche foglia di basilico
  • sale q.b.

Preparazione:

  1. Sbucciate la cipolla e tagliatela a pezzettini.
  2. Mondate a lavate il sedano e la carota e tagliateli a pezzettini.
  3. In una casseruola con l’olio fate appassire a fuoco basso e con coperchio la cipolla, la carota ed il sedano per 5 minuti. Aggiungete il vino bianco e continuate la lenta cottura sempre con coperchio.

La cottura degli odori per il sugo

  1. Quando il vino si sarà ritirato aggiungete i pomodori e la passata. Versate anche circa ½ bicchiere d’acqua e lasciate sobbollire il sugo per farlo ritirare (circa 30 minuti). Regolate di sale e mescolate di tanto in tanto. A fine cottura aggiungete il prezzemolo tritato ed il basilico spezzettato con le mani.

Il sugo pronto per condire gli ziti per il timballo

  1. Nel frattempo lessate in abbondante acqua salata gli ziti e scolateli al dente.

L'acqua per cuocere gli ziti

  1. Versate la pasta in una teglia e conditela con il sugo, la mozzarella ed il parmigiano.

Gli ziti lessati

Gli ziti per il timballo con il condimento

Il timballo di ziti pronto per essere infornati.

  1. Mettete la teglia in un forno preriscaldato a 220° e lasciate cuocere e gratinare per circa 20 minuti.
  2. Sfornate, lasciare raffreddare e servite il timballo di ziti caldo, tiepido o freddo.

Il timballo di ziti pronto

Il timballo con gli ziti si presta molto bene per essere consumato il giorno dopo per cui può essere preparato in anticipo per gite e/o pranzi "informali".