Caro Silvio …

Caro Silvio, mi consenta ....Caro Silvio,
ieri sera hai preso l’ennesima bastonata; quella che avevi invocato come la "spallata" definitiva da dare durante l’approvazione della Finanziaria si è trasformata invece in un trionfo del Governo -che non ha nemmeno posto la fiducia- e nell’ennesima cocente sconfitta tua e dell’opposizione.

Caro Presidente (del Milan Silvio Berlusconi ),
tu hai ragione quando affermi che la gente è scontenta e che non sopporta più questo governo incompetente, maldestro e capace solo di aumentare le tasse per accumulare "tesoretti" da distribuire ai propri elettori;
sei nel giusto quando denunci che l’economia è in regressione costante (è come può crescere con un’imposizione fiscale così alta Caro Silvio );
e non puoi essere smentito neanche quando fai notare che il costo della vita è talmente aumentato che ormai, anche quello che una volta veniva considerato il ceto medio, oggi è ridotto alla fame.

Ma, nonostante tutti i consiglieri di cui ti circondi e tutti i sondaggi che commissioni, ti sfuggono dei piccoli particolari:
la gente non ne po’ più di T U T T A la classe politica, te compreso.

Il popolo, quello che prima della tua riforma elettorale era quasi sovrano, oggi è veramente stufo degli intrallazzi del Potere e delle "commedie" che ogni giorno vengono rappresentate in parlamento; così com’è stufo di vedere i rappresentanti dei vari schieramenti passare da destra a sinistra e viceversa in funzione delle promesse ($$) ricevute.

Quindi caro Silvio, rassegnati, smettila di prevedere improbabili cadute del Governo, mettiti l’animo in pace e, prima di parlare di nuovo, aspetta fiducioso la fine del 2008 quando i parlamentari avranno maturato il diritto alla pensione (almeno 30 mesi di legislatura); oppure, dammi retta, lascia perdere la politica: farai del bene a te stesso ed a tutto il paese che non riesce più a capire tutte le stronzate che dici.

caduta governo Prodi