Polpettine in agrodolce

Ingredienti (per 6 persone):

  • 800 gr di polpa di vitello (o di maiale) macinata [meglio se metà di vitello e metà di maiale polpette agrodolci]
  • 100 gr di pecorino grattugiato
  • 100 gr di pangrattato
  • 1 tazza di latte
  • 2 uova
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • 400 gr di passata di pomodoro
  • ½ bicchiere di aceto di vino
  • 4 cucchiai di zucchero
  • olio di oliva per friggere q.b.
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Sbucciate e tritate finemente l’aglio.
  2. Lavate e tritate il prezzemolo (ne occorrono circa 2 cucchiai).
  3. Bagnate il pangrattato nel latte, poi strizzatelo per togliere il liquido in eccesso.
  4. In un’ampia insalatire impastate la carne con il formaggio, il pangrattato, il prezzemolo, le uova e l’aglio; salate e pepate secondo i vostri gusti.
  5. Preparate tante polpettine appena schiacciate e poi friggetele in una padella con abbondante olio bollente; quando le polpettine saranno belle dorate scolatele e mettetele ad asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina.
  6. In una padella sciogliete lo zucchero nell’aceto a fuoco basso mescolando continuamente, poi versate la passata di pomodoro e lasciate che il sugo prenda il bollore e si restringa parzialmente. Unite quindi anche le polpettine e mescolatele per farle insaporire con la salsa agrodolce. Regolate di nuovo di sale e pepe.
  7. Appena il sughetto si sarà addensato, servite le popettine agrodolci caldissime insieme alla salsa di cottura.

Coniglio in agrodolce

Ingredienti (per 4 persone):

  • 1 coniglio di circa 1,2 Kg
  • 1 dl di olio extravergine di oliva
  • 1 gambo di sedano
  • la buccia di un’arancia
  • finocchietto selvatico q.b.
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 250 gr di pomodori pelati a pezzi
  • 1 limone
  • 2 cucchiai di zucchero
  • sale q.b.

Preparazione:

  1. Pulire il coniglio e tagliarlo a pezzi, quindi lavarlo ed asciugarlo.
  2. Pulite, lavate e tritate: la buccia dell’arancia, il sedano, la carota e la cipolla
  3. In una padella con abbondante olio fate soffriggere il coniglio in modo da rosolarlo uniformemente, quindi aggiungete un po’ di finocchietto selvatico e la buccia tritata dell’arancia, il sedano, la carota e la cipolla e lasciate soffriggere per qualche altro minuto.
  4. Versate il bicchiere di vino e fatelo sfumare.
  5. Unite il pomodoro a pezzetti e lasciate cuocere a fuoco basso e con coperchio per circa 30 minuti. Mescolate di tanto in tanto e regolate di sale (poco).
  6. Versate il succo del limone e 2 cucchiai di zucchero e lasciate cuocere per altri 2 minuti in modo da far amalgamare i sapori, poi spegnete il fuoco e lasciate raffreddare la pietanza che andrà servita fredda.

Baccalà agrodolce

Il baccalà in agrodolce è una ricetta poco conosciuta e che richiede dei tempi lunghi per la preparazione; il risultato però vi ripagherà sicuramente dell’impegno perché il piatto risulterà sfizioso e dal sapore un po’ esotico. Vi proponiamo due ricette regionali: quella laziale e quella siciliana.

Baccalà agrodolce del Lazio

 Ingredienti (per 6 persone):

  • 1 kg di baccalà già ammollato (bagnato)
  • 1 dl di olio d’oliva
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • prezzemolo
  • farina
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 1 cucchiaio di aceto di vino
  • 3 cucchiai di salsa di pomodoro
  • 1 mela
  • 40 gr di prugne secche snocciolate
  • 25 gr di uvetta
  • 1 cucchiaino di pinoli
  • 1 limone
  • sale

Preparazione:

  1. Nettate il baccalà, tagliatelo a pezzi, infarinatelo e poi friggetelo in una padella con l’olio d’oliva. Quando è bello dorato mettetelo a scolare su carta assorbente da cucina. Non scartate l’olio.
  2. Versate l’olio della frittura in un tegame (meglio se di terracotta), unite la cipolla e l’aglio tritato, lo zucchero ed il vino bianco; mescolate e lasciate insaporire a fuoco basso. Aggiungete l’aceto, la salsa di pomodoro, la mela tagliata a fettine, l’uvetta, i pinoli, le prugne e la scorza del limone grattugiata. Mescolate con cura e fate sobbollire a fuoco basso.
  3. Quando gli ingredienti si sono amalgamati unite i pezzi di baccalà fritti, regolate di sale e terminate la cottura lasciano sobbollire per altri 15 minuti circa a fuoco basso. Poco prima del fine cottura spolverizzate con il prezzemolo tritato finemente e servite il baccalà in agrodolce ben caldo.

Baccalà agrodolce della Sicilia

Ingredienti (per 6 persone):

  • 1 kg di baccalà già ammollato (bagnato)
  • farina
  • olio di oliva per friggere
  • 1 bicchiere di aceto di vino
  • 3 cucchiai di zucchero
  • sale

Preparazione:

  1. Tagliate il baccalà a riquadri non troppo piccoli, infarinateli e friggeteli in padella con abbondante olio bollente. Quando sono ben dorati scolateli su della carta assorbente da cucina.
  2. In un pentolino versate l’aceto e mezzo bicchiere di acqua tiepida, scioglietevi lo zucchero e poco sale mescolando.
  3. Sistemate il baccalà su un piatto da portata e conditelo con la salsa. Servitelo tiepido o freddo.