La filaria (Dirofilaria Immitis) ha colpito Cicciolik

Cicciolik è un cane traquillissimo che ha circa 8 anni e la sua caratteristica principale è
essere SFIGATO filaria .
È un meticcio (un incrocio tra un setter ed un pastore maremmano) che ho avuto in affidamento dal vecchio canile di Porta Portese di Roma nel marzo del 2002.
Quando l’ho portato a casa era magrissimo, sporco e triste in una maniera indescrivibile; se ne stava silenzioso in un angolo del giardino guardando nel vuoto senza far nulla tutto il giorno.
Pensavo che fosse muto perché dopo un settimana non l’avevo mai sentito abbaiare. Aveva sempre la coda tra le gambe e per tirarla fuori ha impiegato ben 6 mesi. All’inizio in sua presenza non si potevano utilizzare scope o simili perché alla sola vista di un bastone scappava iniziando a tremare convulsamente. Stranamente, per un cane vissuto al canile, non ha mai sporcato né dentro casa, né in giardino: lui i sui bisogni da sempre li fa solo in "campagna", in luoghi isolati.

Cicciolik

Guardate che sguardo che ha: un cane così può far del male a qualcuno?

Ma perché Cicciolik è super sfigato?

Oltre ad essere stato abbandonato e castrato (pratica che i canili eseguono sistematicamente) soffre ormai da due anni di artrosi alle gambe posteriori ed in passato è stato operato più volte per rimuovere dei tumori (grossi nei) della pelle ed una ciste sebacea grande più di una noce. Il veterinario mi dice che non ha mai visto un cane così …. perché sembra che non conosca il dolore accettando passivamente tutto senza mai lamentarsi!
Ormai ogni volta che devo portarlo dal veterinario mi sento male io perché mi guarda fisso negli occhi per chiedermi per quale motivo gli impongo quelle che lui ritiene solo tante ingiustificate sofferenze.

Ma siccome i guai non vengono mai da soli allora Cicciolik si è preso anche la filaria!

Qualche giorno fa mi sono accorto che gli si stava sviluppando l’ennesimo brutto tumore/neo su una zampa e così l’ho portato a far controllare. Il veterinario mi ha consigliato di toglierlo e così ha fatto un prelievo di sangue per verificare lo stato di salute generale del cane.
Dopo qualche giorno sono arrivati i risultati: le analisi sono tutte OK, ma Cicciolik ha la filaria, malattia praticamente quasi sconosciuta nel Lazio.
La cosa strana è che il cane non è mai stato in una zona a rischio (Pianura Padana, ad esempio) per cui non si riesce a capire come se la sia presa.

Ma che cos’è la filaria?

La filaria è un grosso verme (un parassita) che causa una malattia detta filariosi cardio-polmonare e che viene trasmessa dalla puntura di una zanzara.
Il verme della filaria (che può raggiungere anche i 30 cm) si localizza nel cuore, nelle arterie polmonari e nelle sue diramazioni causando danni irreversibili e la morte dell’animale. La femmina della filaria, dopo la fecondazione, rilascia un numero incredibile di larve (microfilaria) che entrano in circolo nel sangue in attesa (anche 2 anni) di svilupparsi.

Visto che nel Lazio i casi di filaria sono molto rari il veterinario ha pensato anche ad un possibile errore e così ha ripetuto le analisi che purtroppo invece hanno confermato che si tratta di Dirofilaria Immitis (la specie più "cattiva").
Si è anche proceduto ad un ecocardiogramma e ad una lastra per verificare le condizioni del cuore e dell’arteria polmonare che per fortuna al momento ancora non evidenziano anomalie.

Nei prossimi giorni, appena stabilito il protocollo migliore, Cicciolik dovrà essere sottoposto ad una terapia molto costosa e parecchio pericolosa che potrebbe anche causargli danni gravi e permanenti a seguito di trombosi.

Da quello che ho capito verrà prima sottoposto ad un trattamento anticoagulante e poi gli verranno praticate, a distanza di 24 ore, due iniezioni che dovrebbero uccidere le filarie adulte. Se tutto andrà bene poi seguirà un’altra terapia per eliminare le larve, ma quest’ultima fase da quanto mi è stato detto non dovrebbe presentare particolari difficoltà o rischi.

Speriamo bene, certo che poverino quest’altro guaio proprio non se lo meritava … sembra proprio che non riesca a trovare pace … ogni anno per lui c’è un nuovo guaio Dirofilaria immitis .

ATTENZIONE

Le seguenti foto sono particolarmente cruente e mostrano il cuore sezionato di un animale colpito dalla filaria. Le ho volutamente "velate", ma se cliccate sulle immagini si aprirà una nuova finestra con le foto originali.

La foto di un cuore colpito da filaria      Un'altro cuore con filaria

Crediti foto: La parassitologia dalla "A" alla "Z" e Dirofilaria Immitis

++++++++++++++++++++++++++++++

NOTA: Cicciolik si è spento la mattina del 25 novembre 2009 per un’emorragia interna causata quasi sicuramente dalle metastasi prodotte da un tumore alla milza rimosso un paio di mesi prima.