Noleggio moto a Dubai – UAE

Negli scorsi anni sono stato tante volte per lavoro a Dubai, ma solo recentemente ho scoperto che può essere un’ottima base da dove iniziare dei viaggi con una moto a noleggio per visitare le tante attrazioni turistiche degli Emirati Arabi e del vicino Oman.

Ultimamente ho fatto 3 viaggi in moto nell’area:

  1. nel 2013 alla fine del viaggio “Oro Nero” ci fermammo 5 giorni a Dubai. Con le nostre moto facemmo delle escursioni nel deserto, ad Abu Dhabi e visitammo la stessa città di Dubai. Fu in questa occasione che ebbi la fortuna di conoscere il mio grande amico Saleh Jamal Alsharif, una persona fantastica che mi è stato di grande aiuto nei successivi viaggi in UAE ed Oman effettuati tutti in moto partendo da Dubai.
  2. Alla fine del 2013 tornai a Dubai da dove, insieme ad alcuni amici, visitammo in moto il nord dell’Oman e la stupenda penisola del Musandam, territorio omanita sullo Stretto di Hormuz separato solo da poche miglia di mare dall’Iran.
  3. E poi quest’anno, alla fine di gennaio, nuovo viaggio in moto per esplorare però la parte sud dell’Oman percorrendo tutta la strada litoranea fino ad arrivare alla mitica Salalah, antica città ubicata a pochi chilometri dal confine con lo Yemen.

Più di una persona mi ha chiesto se non avessi avuto paura ad andare in certi paesi! Nessuna paura, e vi spiego il perché  😉

Gli Emirati Arabi Uniti (UAE) e l’Oman sono paesi tranquillissimi dove la sicurezza personale è assoluta. Scippi, furti e reati simili sono praticamente inesistenti.
Si posteggiano le moto lasciandole con le chiavi attaccate e senza togliere navigatori o altri accessori perché tanto nessuno tocca niente.
Mai ricevuta una molestia da parte di sconosciuti, e se qualche volta si viene fermati dalla polizia è solo per curiosità personale degli agenti che vogliono scambiare quattro amichevoli chiacchiere.

Il livello dei servizi è delle infrastrutture è eccellente negli Emirati, e più che buono nelle grandi città dell’Oman.
Considerate che il Sultanato dell’Oman è un grande paese abitato da neanche 4 milioni di abitanti, e quindi le città sono separate da tratti di territorio molto estesi e poco abitati dove è possibile ammirare una natura incontaminata e godere di paesaggi veramente mozzafiato.

Il costo della vita non è alto; ottimi alberghi e servizi hanno prezzi abbordabilissimi, mentre benzina, telefoni ed i pasti costano molto meno che in Italia.
UAE ed Oman sono paesi tecnologicamente evoluti, per cui NON ci sono problemi a prenotare online alberghi, prelevare denaro dagli ATM (Automated Teller Machine) o usare telefonini, internet, GPS. Inoltre non c’è alcuna restrizione per riprese video o foto.

Anche i voli per gli UAE sono a buon prezzo; qualche giorno fa facendo una ricerca ho visto che con poco meno di 400€ si possono prenotare voli a/r da Roma e Milano per Dubai.

La più grossa difficoltà che si ha quando si programma un viaggio nella penisola arabica è trovare delle moto adatte. A Dubai le grosse tourer come Harley Davidson ed Honda Gold Wing abbondano, ma noleggiare una “enduro” stradale è veramente difficile, se non impossibile!

Nei miei viaggi mi ha sempre aiutato il mio amico Saleh che grazie alle sue conoscenze è sempre riuscito a farmi avere delle BMW F800GS ed un KTM 690 con serbatoio maggiorato, motociclette ideali per fare moto – turismo negli UAE ed in Oman.

Da qualche giorno Saleh ha aperto un noleggio moto a Dubai, il Road Trip Motorcycle Rental che mette a disposizione dei clienti – per periodi variabili dal giorno al mese – moto “enduro” del tipo BMW R1200GS, BMW F800GS e KTM690, tutte in versione ADV, e quindi con grande autonomia.

Saleh è una persona squisita e di grandissima esperienza (egli stesso è un motociclista ed ha fatto viaggi importanti), conosce benissimo anche l’Oman ed è l’uomo ideale a cui rivolgersi se si ha intenzione di fare un viaggio in moto negli UAE ed in Oman.
Saleh parla un ottimo inglese, e saprà consigliarvi su procedure burocratiche, alberghi, posti da vedere, attrazioni turistiche, ristoranti ed anche negozi per fare acquisti.

Fateci un pensierino, una visita in moto negli UAE e/o in Oman noleggiando una moto da Road Trip Motorcycle Rental può essere un’idea …… e chiedere un preventivo per un noleggio moto a Road Trip Motorcycle Rental alla fine non costa nulla!

Noleggio moto a Dubai

Motorcycle rental in Dubai

Tutti i recapiti del Noleggio Moto a Dubai:

Viaggio in moto nel sud dell’Oman

Alla fine di dicembre 2013, insieme ai miei amici Paola, Andrea e Giovanni, avevo visitato in moto il nord dell’Oman arrivando fino al Wadi Tiwi ubicato poco oltre Muscat.

Il viaggio mi era piaciuto parecchio e mi ero ripromesso di visitare anche il sud del paese per arrivare fino a Salalah, nella regione del Dhofar, che con oltre 350.000 abitanti è la seconda città del Sultanato dell’Oman e sua tradizionale piazzaforte famosa anche per la produzione dell’incenso.

L’occasione è arrivata all’improvviso: la concessione di un breve periodo di ferie ad Andrea per il suo 50mo compleanno, la disponibilità delle moto da parte del mio amico Saleh, e biglietti aerei disponibili a tariffe scontate!

Senza perdere un minuto di tempo abbiamo organizzato il viaggio in moto nel sud dell’Oman con l’idea di procedere lungo la costa per arrivare fino al confine delle Yemen: partenza sabato 27 gennaio e rientro lunedì 5 febbraio!
L’unica vera difficoltà incontrata nella preparazione del tour è stata quella di trovare pernottamenti in città non eccessivamente distanti in modo da non dover fare delle tappe troppo faticose; ed alla fine ci siamo riusciti programmando soste per la notte a Ibra, Duqm, Mirbat, e poi Salalah.

L’Oman è un paese in rapido sviluppo, basta pensare che nel 2013 la strada costiera per lunghi tratti era ancora solo una pista sterrata, per cui percorrerla per arrivare a Salalah era veramente impegnativo anche per la mancanza di stazioni di rifornimento e ristoro. Oggi invece c’è una comoda strada asfaltata in ottime condizioni che è possibile fare con qualsiasi tipo di moto.

Oman del sud in moto

Per entrare in Oman provenendo dall’Emirato di Dubai la procedura è semplice: timbro d’uscita dagli UAE con il pagamento di una piccola tassa, poi è necessario stipulare un’assicurazione per la moto (non ricordo l’esatto costo, ma è economica), e poi è bisogna ottenere il visto d’ingresso omanita che costa circa 40€.
Il tempo necessario per tutta la procedura è di circa un’ora, anche se noi questa volta ne abbiamo impiegate quasi due a causa di infinite discussioni di viaggiatori locali che non intendevano pagare così tanto per ottenere il visto.

Un tipico panorama omanita

Il sud dell’Oman è decisamente più povero del nord, ma le vie di comunicazione sono in ottime condizioni e non ci sono problemi con i servizi.
Le persone sono estremamente cordiali e gentili, e NON ci sono assolutamente problemi di sicurezza: si gira tranquilli e NON si viene mai importunati.
Il costo degli alberghi è paragonabile a quello italiano, mentre cibo, benzina e servizi costano decisamente meno (con neanche 10€ si mangia in un buon ristorante locale, mentre la benzina costa circa 0,50€ al litro).

Il diario di viaggio “day by day” lo trovate sul blog di Andrea: vi consiglio di leggerlo perché ricco d’informazioni e veramente ben scritto  😉
(Una copia è disponibile anche su Archive.org)


Le mie foto:

Tutte le foto sono disponibili su Flickr, anche per il download  😉


Anche le foto di Andrea sono disponibili su Flickr   😉


Il video