Imbrecciata

L’imbrecciata è una zuppa di cereali e legumi tipica dell’Umbria ed in particolare della zona di Gubbio. La sua preparazione è semplice, ma richiede molto tempo e pazienza: il risultato finale sarà però un piatto fantastico dal sapore unico.

Ingredienti (per 6-8 persone):

  • 100 gr di fagioli secchi
  • 100 gr di mais
  • 100 gr di ceci
  • 100 gr di fave
  • 100 gr di grano
  • 100 gr di orzo
  • 100 gr di farro
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota piccola
  • 1 patata
  • 4 pomodori pelati
  • sale e pepe
  • 3 cucchiai di olio d’oliva

Gli ingredienti indicati sono quelli previsti dalla ricetta "originale", se desiderate variali regolatevi in modo da utilizzare circa 1/3 di legumi, 1/3 di cereali più le verdure. È possibile preparare l’imbrecciata anche utilizzando legumi in scatola e miscele di cereali già pronte che non necessitano di essere messe a bagno.

Preparazione:

  1. Mettete a bagno in contenitori separati i legumi secchi ed i cereali (ceci, fave e mais sono quelli che richiedono più tempo per ammorbidirsi, mentre il grano è quello che ne impiega di meno)
  2. Lessate i legumi ed i cereali in contenitori separati: gli ingredienti che hanno richiesto un tempo di ammollo più lungo sono quelli che necessitano anche di tempi di cottura maggiori.
  3. In un tegame preparate un soffritto con la cipolla tritata e l’olio, unite i pomodori pelati spezzettati e lasciate sobbollire a fuoco basso. Dopo qualche minuto aggiungete anche tutte le altre verdure spezzettate e la patata pelata e tagliata a dadini. Lasciate sobbollire aggiungendo un po’ d’acqua di cottura dei legumi e cereali per circa 20 minuti. Mescolate di tanto in tanto.
  4. Aggiungete tutti i cereali ed i legumi, regolate di sale e di pepe e continuate la cottura a fuoco basso e con coperchio per altri 20 minuti. Utilizzate l’acqua di cottura per dare alla zuppa la consistenza desiderata.
  5. Servite la zuppa ben calda; se lo preferite potete aggiungere delle fette di pane raffermo abbrustolito o fritto e condire con un filo di olio a crudo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *