Versione per cellulari

Brag's Blog

Uno spazio web dove raccolgo le esperienze quotidiane

La crisi economica è un complotto?

Stamattina ho acceso la televisione per verificare l’andamento dei mercati finanziari dopo l’entrata in vigore
delle misure prese nel weekend da vari governi al fine di contrastare la violenta crisi economica che sta affliggendo tutto il mondo.

Erano circa le 7.30 e su RAI 1 c’era il giornalista Bruno Mobrici che annunciava un’intervista all’On. Pier Ferdinando Casini (presente in studio),  un collegamento con Monica Maggioni, corrispondente di RAI 1 da New York, ed uno suo scoop sull’attuale crisi economica frutto d’informazioni da lui ottenute in Russia durante un soggiorno di 24 ore nel fine settimana.

Curioso di conoscere il contenuto dello scoop sono rimasto in ascolto attendendo la notiza.

Il giornalista Bruno MobriciPer chi non lo conosce, Bruno Morici è un giornalista delle RAI che è stato corrispondente per vari anni da Mosca e che da questa estate collabora con la trasmissione "Uno Mattina" conducendo lo spazio d’informazione ed approfondimento "Live".

Dopo aver commentato con l’On. Casini alcune notizie riguardanti la crisi economica riportate sulle prime pagine dei giornali, il giornalista ha avanzato un’ipotesi inquietante: l’attuale crisi economica è frutto dell’ultima guerra (ha usato proprio la parola GUERRA) dichiarata dal presidente Bush alla Russia!

In poche parole, secondo le notizie ricevute da Morici in Russia, le banche d’affari USA sarebbero state fatte volutamente fallire dal governo americano per danneggiare pesantemente le banche russe (tra cui anche la Banca Centrale Russa) che hanno molti capitali investiti negli Stati Uniti e questo con lo scopo di mantenere il predominio USA sui mercati economici e finanziari.

La corrispondente da New York ha fatto notare che la crisi era stata prevista da lungo tempo e si è congedata dicendo che avrebbe cercato conferme all’ipotesi del "complotto economico".

L’On. Casini ha evidenziato che i primi a pagare un prezzo altissimo saranno i cittadini americani che nei prossimi anni subiranno una recessione (o comunque un mancato sviluppo) con aumento della disoccupazione e gravi difficoltà economiche per le famiglie.
Inoltre ha anche accennato al fatto che i titoli "spazzatura" garantivano interessi elevati appetibili alla Russia che al momento ha un’enorme disponibilità di denaro proveniente dai ricavi dell’estrazione e vendita di petrolio e gas.

Io non sono preparato in economia e la notizia mi ha lasciato di stucco crisi economica o complotto

È ormai molto tempo che sento parlare della crisi del mercato finanziario indotta dai mutui subprime per cui l’attuale crisi economica mi è sembrata largamente prevista, in poche parole ero certo che sarebbe arrivata!

Sulla teoria del "complotto economico" non mi pronuncio, ma rilevo che da qualche tempo si cerca di giustificare qualsiasi evento addebbitandone le cause ad una qualche "congiura o cospirazione segreta, macchinazioni misteriose o trame di nemici oscuri".

Voi che ne pensate?
Anche l’attuale crisi economica è frutto di un complotto?

Tags: , , ,

Questa pagina ti è piaciuta?
NoPocoAbbastanzaSiMolto (Voti: 6 - Media: 3,67 su 5)
Loading...Loading...


RSS 2.0 | Trackback | Commenta | Post<li>
Contenuti Correlati

4 Commenti a “La crisi economica è un complotto?”


  1. 4
    sandro ha scritto:

    bruno mobrici è un collllione


  2. 3
    brag ha scritto:

    Concordo pienamente con te :-)

    Tutte le banche ed i finanzieri d’assalto negli ultimi anni hanno scatenato una vera e propria guerra contro TUTTE le fasce più deboli.
    Aggiungo che a mio parere i Governi di troppe nazioni sono stati complici in quanto hanno favorito l’enorme arricchimento degli operatori dell’economia NON reale concedendo regimi fiscali agevolati e depenalizzando vari reati finanziari.

    Il giornalista però non ha affrontato questi problemi, ma ha solo presentato l’ipotesi circolante in Russia secondo la quale l’attuale crisi economica è stata provocata volutamente dagli Stati Uniti per danneggiare la Russia.


  3. 2
    zioclive ha scritto:

    Anch’io non sono un esperto di economia e più che di complotto parlerei di bieche strategie economiche, le vittime sono ovviamente le fasce più deboli.
    Se ci pensi l’economia non reale (cioè quella della borsa, i titoli, le azioni e compagnia bella) non offre nessun servizio vero, consente solo a qualcuno di diventare più ricco del suo prossimi, ma di fatto non serve a nulla, non è guerra questa ??!

    Un saluto
    Fabio :-)


  4. 1
    Massy ha scritto:

    Posso dire ciò che penso?

    Min***te! :P

    E’ come dire che me lo taglio per fare un dispetto a mia moglie, per usare un linguaggio aulico :D

Lascia un commento