Coniglio alla cacciatora

Ingredienti (per 2 persone):

  • 500 gr di coniglio a pezzi
  • ½ lt di vino bianco
  • ¼ di bicchiere di aceto
  • 3 spicchi d’aglio
  • ½ cucchiaio di bacche di ginepro
  • 4 foglie di salvia
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • peperoncino (facoltativo)
  • sale

Preparazione:

  1. Mettete i pezzi di coniglio a marinare per un paio d’ore con il vino e due spicchi d’aglio schiacciati, 2-3 foglie di salvia e le bacche di ginepro.
  2. Preparate la salsa per la "cacciatora" come segue:
    1. Versate in una tazza 1 bicchiere scarso di vino e l’aceto, le foglie del rosmarino, 1 foglia di salvia ed uno spicchio d’aglio sbucciato (se lo gradite, aggiungete anche un po’ di peperoncino).
    2. Con un mixer ad immersione, frullate il tutto in modo da tritare finemente gli aromi.
    3. Lasciate insaporire la salsa per circa 2 ore.
  3. Scolate i pezzi di coniglio, sciacquateli, metteteli in una padella con l’olio e fateli rosolare a fuoco basso e con coperchio. Girate i pezzi di carne in modo da ottenere una doratura uniforme. Salate secondo i vostri gusti.
  4. Versate la salsa per la "cacciatora" e fatela sfumare mescolando e girando i pezzi di coniglio per farli insaporire.
  5. Servite il coniglio alla cacciatora ben caldo.

Il coniglio alla cacciatora

Il coniglio alla cacciatora pronto per essere servito

Coniglio disossato al limone

Ingredienti (per 4 persone):

  • 1 kg di coniglio tagliato a pezzi
  • 3 gambi di sedano
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 limoni non trattati
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 mestolo di brodo vegetale
  • 1 rametto di salvia
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Disossate il coniglio e tagliate la carne a pezzettini facendo attenzione a togliere eventuali tendini e filamenti. Sciacquate la carne.
  2. Mondate le coste di sedano togliendo anche i filamenti, lavatele e tagliatele a dadini.
  3. Lavate 1 limone e tagliatelo a spicchi; spremete il succo dell’altro.
  4. In un tegame fate imbiondire l’aglio sbucciato nell’olio; unite la salvia ed il sedano e lasciateli insaporire per un paio di minuti, poi aggiungete i pezzi di coniglio e fateli rosolare mescolandoli per farli dorare uniformemente.
  5. Bagnate con il brodo vegetale, unite gli spicchi di limone ed il succo e lasciate cuocere a fuoco basso per 40 minuti circa. Salate e pepate secondo i vostri gusti. Regolate la cottura in modo da ottenere un sughetto abbastanza denso.
  6. Servite il coniglio al limone ben caldo.

Curiosità: oltre alla salvia ed al sedano, la carne del coniglio può essere insaporita anche con ginepro, timo, maggiorana e rosmarino. Per dare alla pietanza un sapore più "deciso" al posto del brodo è possibile usare del vino sia bianco che rosso. Ottimi risultati si ottengono anche lasciando marinare la carne per qualche ora nel vino aromatizzato con erbe e spezie.

Coniglio al pomodoro

Ingredienti (per 4 persone):

  • 1 kg di coniglio a pezzi
  • 700 gr di pomodori maturi
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 lt di vino
  • 2 rametti di rosmarino
  • 2 rametti di salvia
  • 4 foglie di alloro
  • ½ cucchiaio di bacche di ginepro
  • peperoncino tritato q.b.
  • 2 spicchi d’aglio
  • sale q.b.

Preparazione:

  1. Sciacquate il coniglio, poi sistematene i pezzi in un contenitore in grado di contenerli in un unico strato. Aggiungete l’aglio sbucciato e tagliato in due, 1 rametto di rosmarino spezzato in due o tre parti, le foglie di un rametto di salvia, 2 foglie di alloro, le bacche di ginepro ed il peperoncino. Bagnate con quasi tutto il vino (lasciatene meno di mezzo bicchiere), coprite con un foglio di pellicola trasparente e fate marinare il coniglio in frigo per 12 ore circa.

Il coniglio con gli aromi

Il coniglio aromatizzato con erbe e spezie

Comiglio marinato

La marinatura del coniglio

  1. Scolate i pezzi di coniglio e fateli rosolare lentamente in una padella con 3 cucchiai di olio. Quando la carne sarà perfettamente dorata versate qualche cucchiao di vino e lasciatelo sfumare.
  2. Nel frattempo, scottate i pomodori in acqua bollente (basta 1 minuto), spellateli, togliete i semi e tagliateli a pezzi.
  3. Aggiungete i pomodori al coniglio ed unite anche 1 rametto di rosmarino intero con qualche foglia di salvia e di alloro.
  4. Lasciate cuocere con coperchio ed a fuoco basso fino ad ottenere un bel sughetto ristretto. Regolate di sale.
  5. Servire il coniglio al pomodoro ben caldo.

Il coniglio al pomodoro

Il coniglio al pomodoro quasi pronto per essere servito

Cannelloni alla trevisana

Questa ricetta fornisce le istruzioni per preparare i cannelloni alla trevisana (con radicchio e coniglio) utilizzando alcuni prodotti già pronti e facilmente reperibili nei supermercati.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 12 cannelloni all’uovo secchi (ad esempio quelli della Barilla – una confezione da 250 gr ne contiene 24)
  • 1 bel cespo di radicchio di Treviso
  • 200 gr di lombatine di coniglio (o altro taglio da dove sia possibile ricavare facilmente la polpa)
  • 100 gr di ricotta
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 70 gr di parmigiano grattugiato
  • 400 ml di besciamella già pronta
  • 20 gr di burro
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Disossate le lombatine di coniglio, bagnate la polpa con ½ bicchiere di vino e lasciatela marinare per qualche minuto. Scolate i pezzi di carne e tagliateli a dadini molto piccoli.
  2. In un tegame fate scaldare 1 cucchiaio d’olio, poi unite la carne di coniglio e fatela rosolare insieme all’aglio. Versate l’altro mezzo bicchiere di vino, fatelo sfumare parzialmente a fuoco vivo, poi abbassate la fiamma e lasciate cuocere per circa 20 minuti mescolando spesso. A fine cottura eliminate l’aglio.
  3. Lavate con cura il radicchio, poi tagliatelo e stufatelo per 10 minuti in un’altro tegame con un cucchiaio di olio, un goccio d’acqua ed un po’ di sale. Quando è pronto, unitelo al coniglio ed aggiungete la ricotta, l’uovo e metà del parmigiano. Amalgamate gli ingredienti mescolandoli accuratamente.
  4. Riempite i cannelloni con il composto preparato (i cannelloni secchi sono abbastanza "robusti", per cui non è un’operazione difficile).
  5. Inburrate una teglia e sistematevi i cannelloni, poi ricopriteli con la besciamella e spolverizzateli con il parmigiano grattugiato rimasto.
  6. Mettete la teglia in un forno preriscaldato a 200° per 40 minuti.
  7. Sfornate i cannelloni alla trevisana, lasciateli intiepidire per qualche istante e serviteli caldi.

Il radicchio trevisano può essere sostituito con l’indivia belga: i cannelloni verranno altrettanto squisiti.

Se volete sbrigarvi ancora di più sostituite la carne di coniglio con circa 150 gr di prosciutto cotto affumicato.

Cotolette di coniglio all’aceto

Ingredienti (per 2-3 persone):

  •  500 gr di cotolette di coniglio
  • ½ bicchiere di aceto di vino
  • 1 bicchiere di vino
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • sale q.b.
  • peperoncino tritato q.b.

Preparazione:

  1. Mettete le cotolette di coniglio in una insalatiera, bagnatele con il vino e lasciatele marinare in frigorifero per almeno 1 ora.
  2. Sciacquate il rosmarino e staccate le foglie; sbucciate l’aglio e schiacciatelo; mettete questi aromi insieme al peperoncino nell’aceto e lasciateli in infusione per almeno 1 ora.
  3. Sgocciolate le cotolette di coniglio, sciacquatele ed asciugatele e poi fatele rosolare in una padella con l’olio a fuoco vivo.

Le cotolette di coniglio all'inizio della rosolatura

  1. Quando le cotolette sono ben dorate versate la salsa all’aceto e continuate la cottura per far asciugare il liquido. Rigirate la carne per farla insaporire e salate secondo i vostri gusti.

Le cotolette di coniglio rosolate

  1. Servite le cotolette di coniglio all’aceto ben calde.

Le cotolette di coniglio insaporite con la salsa all'aceto

Coniglio alla grappa

Ingredienti (per 4 persone):

  • 1 coniglio di circa 1,2 kg
  • ½ lt di grappa
  • 1 cipolla
  • 1 rametto di rosmarino
  • 3 foglie di salvia
  • 20 gr di lardo
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Pulite e lavate il coniglio, tagliatelo a pezzi, mettetelo in una terrina, bagnatelo con la grappa e lasciatelo marinare in frigo per almeno 4 ore.
  2. Lavate la salvia ed il rosmarino, fateli sgocciolare e poi tritateli assieme al lardo.
  3. Affettate grossolanamente la cipolla e fatela appassire in un tegame con 4 cucchiai d’olio a fuoco basso. Aggiungete il trito aromatico e lasciate insaporire il tutto per qualche minuto.
  4. Sgocciolate i pezzi di coniglio dalla grappa ed uniteli al soffritto; fateli rosolare a fuoco vivo per una decina di minuti mescolandoli e girandoli per farli dorare uniformemente, poi abbassate la fiamma e continuate la cottura per altri 10 minuti. Salate e pepate secondo i vostri gusti.
  5. Filtrate la grappa usata per la marinata e versatene circa la metà sui pezzi di coniglio; lasciate cuocere a fuoco medio per 20 minuti e comunque fino a quando la grappa sarà sfumata ed il fondo di cottura ritirato.
  6. Servite il coniglio alla grappa caldo accompagnandolo con verdure o patate saltate in padella.

Coniglio al ginepro

Ingredienti (per 4 persone):

  • 1 coniglio da 1,2 kg
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 10 bacche di ginepro
  • 1 rametto di rosmarino
  • qualche foglia di salvia
  • 1 bicchiere scarso di Gin
  • 1 mestolo di brodo vegetale
  • sale e pepe

Preparazione:

  1. Pulite e lavate il coniglio, poi tagliatelo a pezzi e sistematelo in una ciotola per la marinatura.
  2. Diluite ½ bicchiere di Gin in una tazza d’acqua, poi aggiungete 5 bacche di ginepro leggermente schiacciate, il rosmarino e 2-3 foglie di salvia.
  3. Versate il composto aromatico sul coniglio a pezzi e lasciatelo marinare per almeno 1 ora mescolando i pezzi di tanto in tanto per mantenerli umidi.
  4. Scolate il coniglio dalla marinata e lasciatelo asciugare; scartate il liquido.
  5. In una padella scaldate l’olio con qualche bacca di ginepro e quando è caldo aggiungete i pezzi di coniglio e lasciateli rosolare a fuoco vivo per qualche minuto; mescolateli e rigirateli in modo da farli dorare in maniera uniforme.
  6. Bagnate con il Gin restante e fatelo sfumare (prestate attenzione a non far infiammare il contenuto della padella); regolate anche di sale e pepe.
  7. Versate il brodo vegetale e continuate la cottura a fuoco medio per circa 40 minuti; mescolate ed umettate il coniglio con il suo sugo fino a completare la cottura.
  8. Servite il coniglio al ginepro ben caldo accompagnandolo con le vostre verdure preferite.

Coniglio allo yogurt

Ingredienti (per 4 persone):

  • 1 coniglio (circa 1,2 kg)
  • 250 gr di yogurt intero
  • 60 gr di pancetta tesa
  • ½ cucchiaio di senape in polvere
  • 1 mestolo di brodo vegetale
  • 100 gr di farina
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 cucchiao di timo
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Tagliate il coniglio a pezzi, sciacquatelo e lasciatelo scolare.
  2. Mescolate la farina setacciata con la senape, il timo il sale ed il pepe.
  3. Ungete leggermente i pezzi di coniglio con un filo di olio e poi passateli nella farina aromatizzata premendoli con le mani in modo da far aderire per bene la farina e gli aromi. Lasciate riposare i pezzi di coniglio aromatizzati per almeno 30 minuti per farli insaporire
  4. Lavate e tritate finemente il prezzemolo.
  5. Tagliate la pancetta a dadini e fatela rosolare in una padella con l’olio, poi unite i pezzi di coniglio e fateli dorare uniformemente a fuoco vivo; bagnate con il brodo vegetale e continuate la cottura a fuoco medio per 40 minuti.
  6. Togliete i pezzi di coniglio e teneteli in caldo, quindi versate nel fondo di cottura lo yogurt e fatelo ridurre a fuoco molto basso (non deve bollire) per circa 5 minuti mescolandolo continuamente. Poco prima del fine cottura aggiungete anche il prezzemolo tritato.
  7. Sistemate i pezzi di coniglio su un piatto da portata, umettateli con la salsa allo yogurt e serviteli caldi.

Coniglio in agrodolce

Ingredienti (per 4 persone):

  • 1 coniglio di circa 1,2 Kg
  • 1 dl di olio extravergine di oliva
  • 1 gambo di sedano
  • la buccia di un’arancia
  • finocchietto selvatico q.b.
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 250 gr di pomodori pelati a pezzi
  • 1 limone
  • 2 cucchiai di zucchero
  • sale q.b.

Preparazione:

  1. Pulire il coniglio e tagliarlo a pezzi, quindi lavarlo ed asciugarlo.
  2. Pulite, lavate e tritate: la buccia dell’arancia, il sedano, la carota e la cipolla
  3. In una padella con abbondante olio fate soffriggere il coniglio in modo da rosolarlo uniformemente, quindi aggiungete un po’ di finocchietto selvatico e la buccia tritata dell’arancia, il sedano, la carota e la cipolla e lasciate soffriggere per qualche altro minuto.
  4. Versate il bicchiere di vino e fatelo sfumare.
  5. Unite il pomodoro a pezzetti e lasciate cuocere a fuoco basso e con coperchio per circa 30 minuti. Mescolate di tanto in tanto e regolate di sale (poco).
  6. Versate il succo del limone e 2 cucchiai di zucchero e lasciate cuocere per altri 2 minuti in modo da far amalgamare i sapori, poi spegnete il fuoco e lasciate raffreddare la pietanza che andrà servita fredda.

Coniglio al limone

Ingredienti (per 4 persone):

  • 1 coniglio di circa 1 kg
  • 1 dl di olio extravergine di oliva
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 limoni

Preparazione:

  1. Lavate il coniglio ed asciugatelo.
  2. Dividetelo in pezzi e fatelo soffriggere in una casseruola con l’olio, il rosmarino tritato, gli spicchi d’aglio spellati e la buccia di un limone grattugiata.
  3. Salate e pepate il coniglio e, dopo averne rosolato uniformemente tutti i lati, aggiungete 1 dl d’acqua calda e fatelo cuocere a fuoco basso e con coperchio per circa 40 minuti. Mescolate di tanto in tanto ed aggiungete altra acqua se necessario.
  4. Poco prima del fine cottura, quando il fondo di cottura è evaporato, bagnare più volte il coniglio con il succo dei limoni e lasciatelo sfumare (senza coperchio e a fuoco più vivo).
  5. Quando il coniglio al limone apparirà ben dorato ed il sugo di cottura ristretto la cottura sarà ultimata; servitelo ben caldo.